fbpx

A Spello tutto quello che non sapevamo della musica da film

SPELLO – Nino Rota, Ennio Morricone, Nicola Piovani solo per citarne alcuni. L’Italia ha una lunga e solida tradizione nella musica da film su cui ha conquistato negli anni un discreto blasone. Numerose sono le statuette d’oro che Hollywood le ha assegnato. Del resto non esiste buon film senza un commento musicale all’altezza di un’arte che è vocata prima di tutto a creare emozioni. Così a Spello si è pensato di valorizzare e di approfondire il ruolo dei compositori italiani delle musiche da film con l’ottava edizione del “Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri – Le Professioni del Cinema”, dieci giorni di iniziative (dal 23 febbraio al 3 marzo) che rappresenteranno anche un interessante excursus su “Storie, curiosità, aneddoti di compositori italiani di musiche da film”, l’evento che si svolgerà nella sede della Fondazione Giulio Loreti a Campello sul Clitunno sabato 16 febbraio alle 17,30. Protagonista assoluto dell’iniziativa sarà Federico Savina, una delle figure italiane di settore di maggiore spessore a livello internazionale. Federico Savina è fratello del compositore Carlo Savina, oggi docente di tecnica del suono del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

Il maestro Federico Savina, presidente onorario del Festival del Cinema di Spello, è inoltre il curatore per la kermesse di un progetto dedicato ai giovanissimi allievi di alcune scuole di musica dell’Umbria. Dopo l’appuntamento di sabato 16 febbraio, infatti, il maestro Savina sarà protagonista dell’evento “La musica nel cinema” che si terrà lunedì 25 febbraio al Teatro Subasio di Spello, quando i giovani esecutori delle scuole comunali di musica di Bastia Umbra, Todi e Marsciano saliranno sul palco per suonare dal vivo, in sincrono con le immagini, brani composti dal maestro Fulvio Chiara per i cortometraggi realizzati dagli studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia di Torino. Tornando all’appuntamento di sabato 16 febbraio, ad accompagnare gli aneddoti, i ricordi e le parole del maestro Savina, sarà il musicista Marco Pelliccioni. L’evento, promosso dal “Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri – Le Professioni del Cinema”, sarà condotto da Simona Fiordi. L’ingresso è gratuito.

 

Claudio Bianconi

Arte, cultura, ma soprattutto musica sono tra i miei argomenti preferiti.

No Comments Yet

Comments are closed

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!