fbpx

Lyrick: omaggio ai Genesis

ASSISI – Tra lo sterminato fiorire di band nel floridissimo panorama musicale anni Settanta anglosassone, i Genesis hanno rischiato di scomparire prematuramente: il primo album, From Genesis to revelation, come del resto il secondo, Trespass, erano passati sostanzialmente inosservati. Il terzo Lp, Nursery crime, pubblicato nel novembre del 1971, aveva solo mosso le acque del mercato britannico. Nel vecchio continente invece, furono la Francia e il Belgio a dare fiato e credibilità a Peter Gabriel & C. e poi a ruota seguì l’Italia che portò Nursery crime a scalare la top ten . Fu il primo segnale di una passione infinita e che ha saputo resistere nel tempo seppure segnata duramente dall’abbandono di Peter Gabriel che lasciò la band alla fine del tour di lancio di The lamb nell’agosto del 1975 per intraprendere la sua luminosissima strada da solista.

La copertina dell'album dei Genesis The lamb lies down on Broadway
La copertina dell’album dei Genesis The lamb lies down on Broadway

L’Umbria ha posto particolare in questa storia. Nonostante lo scioglimento ufficiale della band, ha creato ad Orvieto un festival, il Dusk Day  nel settembre 2005 e poi per altre tre edizioni successive che ha fatto da calamita per la marea di appassionati della band che da tutta Italia accorsero alla città della Rupe. Sempre in Umbria c’è uno dei fan club storici dei Genesis, la  “Rex House“, che tra le tante attività ha contribuito ad organizzare la festa italiana per il matrimonio del chitarrista Steve Hackett. Proprio ad Orvieto, il 15 febbraio scorso, è stato presentato lo spettacolo The lamb lies down on Broadway messo in scena da RBR Dance Company Illusionistheatre ed Estro, la Genesis Tribute Band.

Venerdì 22 febbraio sarà la volta del Lyrick di Assisi. 

Un momento dello spettacolo The lamb lies down on Broadway
Un momento dello spettacolo The lamb lies down on Broadway

In scena 9 ballerini che, attraverso le coreografie create da Cristiano Fagioli e Cristina Ledri, i costumi e le luci guideranno il pubblico nelle diverse tappe del viaggio surreale scaturito dalla fantasia di Peter Gabriel. Per quanto riguarda la band, è composta da 6 musicisti che suoneranno sotto la direzione musicale di Giovanni Civitenga, i brani che anno dato vita a questo album doppio che ha segnato anche l’addio di Peter Gabriel alla band. L’ideazione e la produzione dello spettacolo sono di Luigi Caiola.

 

Riccardo Regi

Direttore di VivoUmbria.it. Perugino, laureato in Lettere, giornalista professionista dal 1990, vice direttore dei Corrieri Umbria, Arezzo, Siena, Viterbo, Rieti per 18 anni.

No Comments Yet

Comments are closed

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!