A Maria Cecilia Berioli il premio "UmbriaRoma" 2019

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIAMaria Cecilia Berioli, direttore Artistico di UmbriaEnsemble riceverà martedì 18 giugno a Roma l’importante riconoscimento che l’associazione “UmbriaRoma” conferisce a personalità della società civile, della cultura, della politica e dello spettacolo che abbiano contribuito, con la propria attività e il proprio prestigio, alla diffusione e alla promozione del nome di Roma e dell’Umbria nel mondo.

Il profilo artistico
Maria Cecilia Berioli si è diplomata in violoncello con il massimo dei voti, si è poi perfezionata a lungo in Italia e all’estero, vincendo borse di studio e primi premi assoluti in concorsi. Ha iniziato giovanissima l’attività concertistica che l’ha portata ad effettuare tournée in Canada, Cina, India, Giappone, Marocco, Stati Uniti, Sudamerica, Belgio, Bielorussia, Bulgaria, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Malta, Polonia, Portogallo, Slovenia, Spagna, Svizzera. Ha registrato per le case discografiche Brilliant Classics, Sony, Tactus, Camerata Tokyo, Dynamic, GiottoMusic, BMG. Già primo violoncello di diverse Orchestre, è stata Direttore Artistico di gruppi musicali e rassegne concertistiche; dal 2011 è membro fondatore e direttore artistico di UmbriaEnsemble.
Laureata in Filosofia è impegnata in ambito didattico – sia in ruoli istituzionali che con masterclass in tutto il mondo – dove ha formato una grandissima quantità di violoncellisti. Viene regolarmente invitata a tenere mastertalk universitari, ed è presente in giurie di Concorsi.
La consegna
La cerimonia che come detto è prevista per domani, avrà inizio dalle ore 18.30, a Roma, nella sede UNAR di via Aldovrandi alla presenza della presidente dell’associazione, Maria Caterina Federici, e del presidente onorario Massimo Palombi, il presidente della giuria  Franco Mariotti. Ovviamente Berioli regalerà ai presenti una sua esecuzione:  la Suite di Gaspar Cassadò per violoncello solo. Un intenso messaggio di appassionata ricerca espressiva che ci arriva dal Novecento, il “secolo breve” ancora vivo nelle sue irrisolte questioni, e che perfettamente sintetizza il percorso intellettuale ed artistico di UmbriaEnsemble.
Dalla redazione di Vivo Umbria congratulazioni a Maria Cecilia Berioli e a UmbriaEnsemble.

Articoli correlati

Commenti