Dal Centro diurno psichiatrico FuoriPorta di Perugia via al programma radio Onda Brigante

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA – Parte oggi, giovedì 20 giugno, “Onda Brigante”, un programma radiofonico che trasmette dal Centro diurno FuoriPorta di Perugia. Ogni giovedì alle 19.00 su RadioPhonica fino a fine luglio. Personaggi incredibili, interviste assurde ma anche news, oroscopo, meteo e rubriche di ogni tipo. Un programma radiofonico vero e proprio, realizzato dall’Associazione RealMente in collaborazione con Fondazione La Città del Sole ONLUS, USL Umbria1 e la collaborazione tecnica di RadioPhonica.com.

La redazione è composta da 5 persone, 3 ragazzi e 2 ragazze. Si tratta di ragazzi con disabilità psichica, in carico presso i Servizi di Salute Mentale del territorio di Perugia, che tramite questo progetto hanno l’occasione di confrontarsi con il mezzo radiofonico.
Il progetto è partito alcuni mesi fa con una prima fase dedicata alla formazione. Grazie alla collaborazione con RadioPhonica, nella figura del direttore artistico Rossella Biagi, i ragazzi hanno appreso le basi della comunicazione radiofonica ed hanno avuto la possibilità di sperimentarsi come speaker. Successivamente la Redazione ha definito la propria identità, a partire dal nome del programma, per poi ideare i contenuti rivoluzionari che finalmente stanno per sbarcare nell’etere digitale.

Fuori dal sentire comune è lo slogan della trasmissione scelto dai ragazzi, a dimostrazione che c’è la voglia di proporre contenuti diversi ed alternativi e farsi sentire da quella società che, sostengono, non li ascolta e non li rappresenta. E allora la Radio diventa per loro uno strumento per aprire un canale di comunicazione; per gli ascoltatori è invece l’occasione per mettere in discussione i pregiudizi e preconcetti che sono ancora culturalmente legati al mondo della malattia mentale, spesso derivanti semplicemente dall’assenza di conoscenza e occasioni di incontro.
“La rottura dello stigma, a 40 anni dalla Legge Basaglia, è tutt’ora una missione da portare avanti. Progetti come questo – spiega Daniele Scialò, responsabile del progetto per RealMente – mirano a contribuire a questo scopo, cercando però di ripensare la progettazione sociale mettendo al centro lo sviluppo di competenze per realizzare prodotti che siano innanzitutto di qualità. Fin dal primo momento la nostra intenzione è stata quella di realizzare un progetto radiofonico vero e proprio, con dei programmi che possano essere apprezzati in primis per la loro qualità e la competenza con cui vengano realizzati. Caratteristiche che riteniamo essenziali per la realizzazione di un progetto sociale. Giovedì 20 giugno sarà il primo giorno ufficiale di trasmissione. L’emozione è tanta, e i ragazzi della redazione non vedono l’ora di potersi riascoltare. È stato un percorso ricco di soddisfazioni, i progressi dei ragazzi sono stati incredibili in questi mesi e, anche se possiamo ancora migliorare, crediamo di aver realizzato un programma ben fatto e molto divertente. Ci siamo ispirati ai programmi radiofonici di Renzo Arbore e possiamo assicurarvi che le risate sono garantite. Agli ascoltatori dico, ‘datevi una possibilità’. Ascoltate la prima puntata e se vi piacerà fatecelo sapere”.
Questa prima stagione sperimentale è stata realizzata anche grazie al contributo della Regione Umbria. La sostenibilità del Progetto è garantita dall’Associazione RealMente attraverso azioni di fundraising.
Dove seguirla. Stazione Panzana è presente sui social network agli indirizzi facebook.com/stazionepanzana e instagram.com/stazionepanzana
Questa prima stagione di Onda Brigante può essere ascoltata sul sito di RadioPhonica (www.radiophonica.com) tutti i giovedì alle ore 19.00, a partire dal 20 giugno per sei settimane. Inoltre il programma è disponibile in podcast, sul medesimo sito, per poter essere riascoltata on demand in qualsiasi momento.

Articoli correlati

Commenti