“Nuovo cinema” FuoriPost: a Ponte San Giovanni arena estiva dopo 50 anni. La prima con ascolto dei film in cuffia

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Conferenza stampa FuoriPost

Tante persone, di tutte le età, scendono dai palazzi intorno per partecipare a questa nuova avventura cinematografica proprio sotto casa. L’occasione è ghiotta e molta la curiosità. La fila al botteghino per ritirare le cuffie inevitabile. Le 200 a disposizione alle 21.15 sono già finite. Tanti altri rimangono solo a guardare. La scena è proprio simile a quella di un Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore, ma anno 2019, con i nuovi Alfredo e Totò che decidono di accontentare le persone del paese, dopo la chiusura del cinema, proiettando la pellicola sul muro di una casa della piazza.
Il cinema all’aperto in questione è quello del Postmodernissimo che dal 25 giugno si è trasferito in periferia. Da Perugia a Ponte San Giovanni. E con una novità assoluta per l’Umbria. L’arena estiva è infatti a impatto acustico zero perché i film si possono ascoltare con le cuffie. La rassegna FuoriPost, con maxischermo allestito nel parco della piscina comunale di via della Scuola, è promossa dal cinema PostModernissimo di Perugia, in collaborazione con la Sagra del Cinema, la ProPonte e le associazioni In-Ponte, Fuori dalle scatole e I freghi del Ponte. La partecipatissima partenza è stata con un film a sorpresa, Star Wars, e a ingresso gratuito.

Chewbecca, l’omaggio al suo interprete Peter Mayhew, recentemente scomparso, e l’Universo di Guerre stellari; il first man Neil Armstrong, portato sul grande schermo da Ryan Gosling, e i 50 anni dall’impresa del primo uomo sulla Luna; il mitico “Doc” di Ritorno al Futuro, Emmet Brown. Ha i piedi ben piantati nella contemporaneità e gli occhi rivolti allo spazio e al futuro questa prima rassegna cinematografica all’aperto di Ponte San Giovanni, l’arena FuoriPost, curata fino al 25 agosto dal PostModernissimo. Dopo 50 anni il cinema così è tornato nel popoloso quartiere-paese alle porte di Perugia, con uno spazio da duecento posti. «Questa rassegna a Ponte San Giovanni – spiega Giacomo Caldarelli, del cinema PostModernissimo – è un’occasione per dialogare con tutta la città attraverso il cinema. Non disturberemo la vita del quartiere ma, anzi, daremo la possibilità agli abitanti della zona di vivere il parco in modo alternativo, come non hanno mai fatto prima».

Per due mesi quindi Ponte San Giovanni ospiterà 61 serate di cinema per tutti – grandi e piccoli – e per tutti i gusti, un progetto cinematografico autenticamente popolare, a partire dal prezzo del biglietto: grandi avventure, capolavori del cinema animato, commedie. E, ancora, tante anteprime e i migliori film della stagione appena conclusa, insieme a incontri, eventi e degustazioni a tema in collaborazione con la Sagra del Cinema, il progetto di promozione cinegastronomica dell’associazione perugina MenteGlocale che, dopo 4 edizioni a Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, quest’anno torna a Perugia. «Abbiamo accettato da subito con grande entusiasmo l’invito del PostModernissimo – sottolinea Filippo Costantini, presidente dell’associazione MenteGlocale e coordinatore della Sagra del Cinema – il progetto è molto bello e rappresenta per noi una prima importante occasione per riportare la nostra manifestazione a Perugia». Un progetto che si inserisce «in un percorso di valorizzazione del parco su cui stiamo lavorando», precisa Antonello Palmerini, presidente della ProPonte, e che «coinvolge in maniera attiva chi vive il territorio, dando un importante valore aggiunto al territorio», gli fa eco Michele Porzi, presidente di In-Ponte, l’associazione dei commercianti ponteggiani.
Organizzata in collaborazione con la ProPonte e le associazioni In-Ponte, Fuori dalle scatole e I freghi del Ponte, e con il prezioso sostegno di una rete di commercianti di Ponte San Giovanni (Original Marines ed Eurekakids, e poi Ovs, Zoogarden, Spazioutdoor, Maioba, Trequattrini Tessuti, La Riviera Atelier, Fotocolor 2.0, Conad Superstore, Ponte Solidale), la rassegna dell’arena FuoriPost sta proseguendo con il debutto del nuovo attesissimo Toy Story 4 (il nuovo capolavoro della Pixar è in “sala” fino a domenica 30 giugno). Il programma (www.postmodernissimo.com) uscirà a cadenza trisettimanale, ognuno con una copertina diversa, a cura di tre artisti del collettivo Becoming X: Francesco Biagini (Chewbecca), David Ferracci (Neil Armstrong/Ryan Gosling), e Lucia Biancalana (“Doc” Emmet Brown).
 
Locandina FuoriPost
 
 

Articoli correlati

Commenti