Il primo weekend del 2Mondi è andato bene, Ferrara soddisfatto

SPOLETO – Oggi, 3 luglio, alla Sala Pegasus si è svolta la prima conferenza stampa intermedia al 2Mondi, quella in cui si fa il punto su com’è stato l’impatto dell’apertura del Festival sul pubblico e su cosa ci si aspetta nei prossimi giorni.

Vinicio Capossela concerto il 7 luglio in piazza Duomo

“Si è aperto bene” ha esordito dunque il direttore artistico Giorgio Ferrara, benissimo la prima Proserpine, My French Valentino e Berlin Kabarett. L’idea di aprire piazza Duomo per quattro concerti, a partire dalla proposta di Eleonora Abbagnato che è stata “di grandissima qualità”, ha dimostrato agli organizzatori del Festival una certa pragmaticità. Prossimi concerti in piazza Duomo saranno quelli di Vinicio Capossela il 7 luglio, e il concerto finale il 14 luglio. 

Mahmood il 10 luglio in Piazza Duomo

 Sia i conteggi del Comune, sia i dati sull’affluenza delle strutture alberghiere confermano per il primo fine settimana una grande presenza di pubblico. Ventitré mila sono stati i passaggi sulla mobilità meccanizzata, nonostante quel piccolo guasto di domenica che però è stato prontamente risolto. Il sindaco di Spoleto e presidente della Fondazione Festival, Umberto De Augustinis, si è detto molto soddisfatto dei primi risultati “che anche quest’anno Spoleto è una meta particolarmente significativa a livello artistico e storico”. Incoraggianti quindi i dati rilevati per i concerti dell’Anfiteatro che oggi si apriranno al jazz, le mostre, i Dialoghi e gli spettacoli compresi quelli della Mama e dell’Accademia d’arte drammatica Silvio D’Amico. 

Domani 4 luglio ne verranno inaugurati altri le cui prime sono già sold out: tratto da Edipo Re di Sofocle l’Esodo di Emma Dante al San Simone.

Esodo, di Emma Dante, dal 4 luglio al San Simone

La ballata della Zerlina con Adriana Asti e Lucinda Childs al Caio Melisso e il Fashion Freak Show di Jean Paul Gaultier  la cui compagnia di ottanta elementi è già arrivata in città insieme ai sei tir per l’allestimento al Teatro Nuovo. Inoltre, sempre domani verrà aperta a Santo Chiodo l’ospedale delle opere d’arte ferite dal terremoto, sicuramente “un evento commovente per gli umbri” ha sottolineato il sindaco. Per tre giornate fino al 6 luglio alla Rocca Albornoziana ci sarà lo spettacolo teatrale a cura di Giorgio Flamini con i detenuti del carcere di Maiano

 

All’Auditorium della Stella venerdì 5 luglio inaugura lo spettacolo teatrale Coltelli nelle galline di David Harrower con Eva Riccobono; mentre al Chiostro di San Nicolò Appello ai liberi e forti di Don Luigi Sturzo che il sindaco ha più volte ricordato nel corso della conferenza stampa di questa mattina. Sabato 6 luglio secondo appuntamento con le visite guidate della Spoleto segreta e sotterranea (il terzo sarà il 12 luglio) e in serata incontro con Paolo Mieli al Chiostro di San Nicolò.

Eva Riccobono protagonista della messinscena “Coltelli nelle galline” di David Harrower

Domenica 7 luglio come anticipato la piazza del Duomo si aprirà a Vinicio Capossela definito da Ferrata “raffinato e pregnante”, sempre domenica nel giorno del compleanno di Gian Carlo Menotti ci saranno due concerti a lui dedicati a Casa Menotti (ore 11) e a Sant’Eufemia (ore 12) e la proiezione di due film alla Sala Pegasus a partire dalle 15; è inoltre previsto alle ore 12 alla Sala Pegasus un momento per ricordare Pina Bausch con Leonetta Bentivoglio e Lutz Forster.

Lunedì 8 luglio al Teatro Romano concerto della banda musicale dell’Esercito italiano. Per sottolineare nuovamente quanto fosse andata bene l’apertura del Festival, il vice presidente della Fondazione Festival Dario Pompili ha concluso: “C’è la necessità di dire minuto per minuto che il Festival va bene, ma ormai possiamo dire che il Festival si è consolidato sull’eccellenza, perciò non serve dire come sarà quest’anno”. 

Valentina Tatti Tonni
Valentina Tatti Tonni

Laureata in scienze della comunicazione con due master in relazioni internazionali e reportage di viaggio, recensisco libri di saggistica e divulgazione musicale, mi occupo di cultura, informazione contro le mafie e libertà di espressione.

Non ci sono ancora Commenti

I commenti sono chiusi