fbpx

Tutto il teatro di Caterina Fiocchetti

Ha capelli scuri, lunghi, mossi. Ha occhi chiari, iridi grandi, sguardo profondo. E’ slanciata, tonica e le sue movenze sono delicate, soavi. La sua voce è impostata, eppure si flette rispecchiando i suoi stati emotivi. Da sempre, dal giorno in cui entrò in teatro, nel 1997, per vedere Giulia Lazzarini in “Giorni Felici” di Samuel Beckett, ha avuto un sogno che quotidianamente coltiva e realizza calcando palcoscenici di fama nazionale ed internazionale.

Caterina Fiocchetti in Umbria è ormai un’attrice celebre. Attualmente è in tournée in tutta l’Italia con lo spettacolo “Il maestro e Margherita” diretto da Andrea Baracco, protagonista Michele Riondino. Incontrarla a Perugia, nella sua splendida casa, in una giornata di pioggia, sorseggiando un caffè e mangiando cioccolatini è stata un’esperienza memorabile, che ci insegna come la tenacia, lo studio, la perseveranza conditi con la passione e la creatività, si possano concretizzare in una professione.

Dal 2009 è attrice, autrice e regista nel collettivo Art N/Veau. Cosa fate esattamente?

L’Associazione Art N/Veau nasce da una preziosa amicizia con Giulia Zeetti, conosciuta durante gli studi al Centro Universitario Teatrale di Perugia, fanno parte del gruppo la danzatrice Cecilia Ventriglia, l’attrice Emanuela Filippelli, l’artista Ayumi Makita e l’appassionata d’arte, storia  e letteratura Caterina Martino. Abbiamo prodotto spettacoli con tematiche al femminile e per l’infanzia, considera che spettacoli per ragazzi come “L’uccello di fuoco” hanno girato in Italia e all’estero. Da qualche anno abbiamo avviato un’attività di pedagogia per bambini e adulti con l’Officina Teatrale Art N/veau e Art N/veau Kids dedicata a coloro che vogliono avvicinarsi all’esperienza della recitazione. Lavoriamo sull’espressività senza sottovalutare il divertimento, componente essenziale per conoscere sé stessi, favorire la coesione del gruppo e creare. Con gli adulti abbiamo messo in scena diversi testi di drammaturgia contemporanea. Il prossimo corso sarà presentato il 27 novembre e partirà a gennaio 2020. Come associazione ci occupiamo dell’organizzazione del progetto Corsia Of, una Residenza Artistica gestita insieme a Microteatro, Compagnia degli Gnomi e Occhisulmondo. Un luogo, l’ExFatebenefratelli di Perugia, in cui ospitiamo artisti come noi alla ricerca di tempo e spazio per la creazione delle loro opere.

Come funziona la residenza artistica?

E’ uno luogo per vivere il teatro, la danza e l’arte performativa e in cui il pubblico del territorio possa incontrare gli artisti che soggiornano durante la creazione. Ad esempio, tra le tante attività, abbiamo indetto il bando di residenza dedicato a tutte le compagnie e soggetti artistici del territorio nazionale, selezionato su 50 proposte le 5 più idonee e organizzato una serata in cui le compagnie hanno presentato al pubblico e ad una giuria di operatori del settore una parte del lavoro, il vincitore ha ricevuto ospitalità, vitto, alloggio e un contributo per portare a termine l’opera nel nostro spazio.

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

Mi piace la messa in gioco emotiva e l’indagine che accompagna ogni realizzazione scenica, la relazione con il testo, i colleghi e il regista. Affronto il lavoro continuando a studiare, sperimentare e approfondire. Ultimamente ho intrapreso lo studio del doppiaggio che mi affascina per la difficoltà tecnica e l’approccio estremamente preciso alla parola e alla recitazione. Mi alleno a tenere in equilibrio solidità e vulnerabilità, elementi che ritengo necessari per continuare a mettersi in gioco. Inoltre mi ha sempre appassionato l’aspetto pedagogico, ultimamente ho anche ripreso l’attività con i più piccoli: un laboratorio che mi è stato affidato a me e Giulia dalla Compagnia del Sole e dal Comune di Panicale per bambini dai 6 ai 13 anni. Iniziato come campus estivo, adesso è diventato una realtà più consolidata in cui è evidente, per me, che l’educazione è importante e le attività di condivisione sono formative.

Caterina Fiocchetti legge la poesia “Disattenzione“ di Wislawa Szymborska

Sono tante le persone che seguono i laboratori?

Tante. L’Associazione Art N/Veau ad oggi conta una cinquanta di iscritti che hanno partecipato alle attività tra il 2018 e il 2019. Con Giulia Zeetti nutriamo il desiderio di offrire professionalità, trattiamo la materia molto seriamente, ma con il fine di mettere in campo esperienze creative che tirino fuori il meglio di ognuno. Sai, con il teatro ho un debito di gratitudine, lui ha messo in luce ciò che nemmeno io conoscevo di me. L’obiettivo è restituire questa meraviglia trasmettendo agli altri quello che ho provato e continuo a provare.

Quali novità ci sono?

Il 27 novembre alle ore 20.30 presso Corsia Of presentiamo la nuova Offcina Teatrale Art N/veau, a gennaio inizio la collaborazione con il Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi, diretto da Fulvia Angeletti, nella conduzione di un corso di recitazione per adulti insieme a Samuele Chiovoloni, a febbraio debutto con la messa in scena di un racconto di Nicola Mariuccini con le coreografie di Marzia Magi e la presenza delle danzatrici Jenny Mattaioli e Gloria Pergalani. Inoltre con Giulia Zeetti abbiamo in cantiere un’altra produzione su un testo nuovo, ma non svelerei altro…

Se volessi dare un consiglio a un ragazzo che vuole fare l’attore, cosa gli diresti?

Sii un buono spettatore, vai a teatro, fatti un’idea di quello che ti piace. Nutriti di buone letture, arte, bellezza e vivi, sbaglia, cadi, rialzati e cadi ancora. E poi ricorda: il teatro è un gioco… serio con te stesso.

 

CATERINA FIOCCHETTI

Nel 2004 si diploma attrice presso il Centro Universitario Teatrale di Perugia e continua la formazione seguendo il lavoro degli attori dell’Odin Teatret di Eugenio Barba. Studia Biomeccanica al CISBiT con il M° Gennadi N. Bogdanov. Dal 2009 è attrice, autrice e regista nel collettivo Art N/veau dove matura anche una lunga esperienza di pedagogia teatrale dedicandosi a progetti per bambini, adolescenti e adulti, nelle scuole, in carcere e in centri per i disturbi alimentari. Dopo esperienze di Commedia dell’Arte per il Teatro di Roma e il Teatro dell’Opera di Roma, dal 2015 è nella compagnia di prosa del Teatro Stabile dell’Umbria in allestimenti diretti da Danilo Nigrelli, Antonio Latella, Fernando Rubio e Alessandro Gassmann. Attualmente è in tournée nazionale con lo spettacolo “Il maestro e Margherita” diretto da Andrea Baracco, protagonista Michele Riondino.

 

SOCIAL

Pagina Facebook

Profilo Facebook

Profilo Instagram

Pagina Facebook Art N/Veau

Pagina facebook Corsia Of – Centro di Creazione Contemporanea

Floriana Lenti
Floriana Lenti

Floriana Lenti è una fervida lettrice e ama la musica. Pugliese di Taranto, vive a Perugia dove insegna italiano ed opera in ambito sociale. Curiosa, effervescente e testarda, ha sempre la battuta pronta.

Non ci sono ancora Commenti

I commenti sono chiusi