fbpx

Monteleone di Spoleto fa festa ad alta quota e affronta i problemi delle zone marginali

MONTELEONE DI SPOLETO – Proseguono fino a lunedì 9 dicembre gli eventi del Natale ad alta quota nel Comune e nelle frazioni di Monteleone di Spoleto. Musica, teatro, mostre e mercati con al centro i momenti gastronomici e le degustazioni legate al farro Dop e ai prodotti della montagna. Una manifestazione che unisce tradizioni, gastronomia e riti religiosi per celebrare un territorio e la sua comunità e per offrire ai visitatori l’autenticità della vita di montagna. Tra gli eventi non mancano però momenti di riflessione e confronto legati ai problemi e alle criticità dei piccoli borghi delle cosiddette zone marginali. E per provare a contrastare alcune tendenze negative e mettere in moto strategie condivise, ragionando su modelli concreti, che è stato pensato l’incontro in programma domenica 8 dicembre alle 10.30, al Teatro Civico “Carlo Innocenzi” dal titolo Piccoli comuni protagonisti del cambiamento. 

Un seminario sulle strategie e le misure possibili contro lo spopolamento dei piccoli comuni di montagna, aperto a cittadini, imprese, amministratori pubblici, a cura del professore Santo Fabiano e con gli interventi di Federico Gori, vicepresidente Anci Umbria; Paolo Pacifici, esperto di finanza e pianificazione, che ha parlato delle opportunità per i territori rurali nell’ambito dei programmi di sostegno allo sviluppo locale, e Luca Simeoni, segretario provinciale Sinagi Slc Cgil. Tornando agli eventi di domenica: dalle 10 alle 19 mercatini di Natale ad alta quota – mercato del farro Dop di Monteleone di Spoleto e dei prodotti tipici della montagna. Alle 11 presso il Palazzo del Gusto, Piazza del Plebiscito, si è svolto il laboratorio per bambini La buffa storia dello zafferano di Marta Giampiccolo. Al termine ogni bambino ha creato un fiore di zafferano in carta crespa, per portare con sé il ricordo di questo fiore e spezia. Alle 12 Babbo Natale e l’elfo distribuiscono piccoli doni lungo le vie del paese.

Alle 10.30 e alle 18.30 i bambini hanno potuto spostarsi per le vie del borgo con l’Asino Bus. Gli asinelli hanno accompagnato i piccoli lungo le vie e le piazze del paese. E poi ancora, musica in strada con con Le perle di Marte; trekking urbano con l’architetto De Grandis e degustazioni tra le vie del borgo. La domenica si è chiusa con le degustazioni dei piatti tipici e tradizionali del territorio a cura delle Pro loco di Monteleone di Spoleto e con l’attesa premiazione del Piatto della Festa, il miglior piatto tradizionale.

Lunedì 9 dicembre gli eventi si concluderanno in tre piazze: Piazza del Mercato, nel centro storico; loc. Ruscio e loc. Trivio con il Focone della Venuta, benedizione del fuoco, musica e canti folkloristici, a cura delle Pro loco del territorio di Monteleone.

Avatar
Redazione Vivo Umbria

Vivo Umbria: arte, cinema, danza, folklore, musica, letteratura, teatro sempre in primo piano

No Comments Yet

Comments are closed

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!