fbpx

A Panicale pezzi di danza inediti con Crossroads dell’Opus Ballet

PANICALE – Sabato 18 gennaio, alle 21, al Teatro Caporali di Panicale, Opus Ballet con Crossroads, propone una scelta di cinque pezzi di danza che danno risalto ai migliori talenti della Compagnia, con due brani che verranno presentati in prima assoluta.

Lo spettacolo di struggente intensità intende celebrare la danza con la freschezza dei suoi interpreti e con la varietà di brani, tutti di forte impatto espressivo e di alto profilo tecnico. È questa del resto la filosofia che ha visto nascere e affermare l’identità artistica di questo ensemble che ama buttarsi a capofitto in avventure produttive non scontate, ma nelle quali dimostrare professionalità e coraggio. Diretta da Rosanna Brocanello fin dalla fondazione, la Compagnia è costituita da un nucleo stabile di danzatori professionisti, che provengono da varie parti d’Italia e da diversi paesi nel mondo e ad oggi ha dato vita a un vasto repertorio di produzioni.

Il primo brano della serata, Entaglement, debutta al Caporali ed è firmato da Lorenzo di Rocco e Jennifer Lavinia Rosati, danzatori storici e interpreti eccezionali di alcuni dei lavori più importanti della Compagnia.

L’altro debutto è Luce chiusa di e con Gabriele Vernich, assolo del talentuoso danzatore di Cob Compagnia Opus Ballet, da anni presenza costante nel reper­torio della compagnia.

Il programma prosegue con My other side e Jamais dire 2 Sans Toi entrambi con la coreografia di Aurelie Mounier artista riconosciuta a livello internazionale e da anni docente tra le più apprezzate presso il Centro Opus Bal­let di Firenze, una delle voci più interessanti nel panorama della danza italiana.

Loris Petrillo, tra i nomi più rilevanti della danza contemporanea italiana, presenta in chiusura Caravan, ispirandosi ai lunghi e duri viaggi dei popoli nomadi finalizzati al trasporto commerciale per le vie carovaniere l’artista realizza una coreografia dal taglio espressionista, dai colori a tratti grotteschi e la una fisicità poderosa, i danzatori in scena ballano coordinati in uno schema caratterizzato da un’alta difficoltà tecnica e da un ritmo incalzante e travolgente.

Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita. E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.

 

Avatar
Redazione Vivo Umbria

Vivo Umbria: arte, cinema, danza, folklore, musica, letteratura, teatro sempre in primo piano

No Comments Yet

Comments are closed

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!