fbpx

Essere umbri in otto docufilm

PERUGIAEssere Umbri è la serie documentaristica di Andrea Sbarretti è disponibile online. Otto puntate in cui si trattano temi completamente differenti tra di loro; che siano frivoli o di drammatica attualità, lo stile cinematografico resta il comune denominatore.

 

 

 

 

 

 

Nella prima puntata la storia di Sabrina, che perde la madre a due anni e cresce con una matrigna che non le darà mai l’amore che una bambina merita. Sarà la nonna a supplire a questa mancanza.

Nella seconda puntata si parla di Club notturni con un ex PR del Red Zone. Corrado ha frequentato le discoteche più trasgressive dell’ Europa: negli anni ’90 è stato un punto di riferimento della movida umbra.

Nella terza puntata si va all’Oasi di Alviano a scoprire insieme a Fabio, le bellezze naturalistiche di questo comprensorio che oltre al lago, ospita l’Imponente castello medievale e le casette fatte con il fango in cui la gente viveva fino a qualche decennio fa.

Quarta e quinta puntata dedicata al terremoto di Norcia. Con Francesco e Mario (due commercianti storici di Norcia) ricordiamo i momenti drammatici di quel 30 ottobre 2016, quando una scossa 6.5 distrusse la Basilica di San Benedetto. Mario ha il negozio proprio di fronte alla Basilica e quella mattina ha visto tutto. Poi c’è Pietro: studente, consigliere comunale e cantante di un gruppo rock che ci porta nella parte alta di Norcia dove i danni sono più ingenti.

Nella sesta puntata i toni drammatici lasciano al posto alla fatica degli arrampicatori che scalano le pareti rocciose. Con la sola forza del proprio corpo, nelle falesie si radunano decine di appassionati di questo sport. Le corde servono solo in caso di caduta.

Settima puntata con lo scrittore Giovanni Tasca. ” Mi diverto a fare le cose che non so fare” – dice lui. Per questo ha fondato un gruppo dedicato a Lucio Dalla. Ogni anno insieme ai suoi collaboratori fa uno spettacolo in cui si canta e si ricorda il compianto cantautore bolognese.

Ottava puntata con Vinyasa, un rapper ternano che incastra rime e sforna canzoni che hanno centinaia di migliaia di visualizzazioni su youtube.
“Essere Umbri è questo – si legge nelle note di regìa – è il resoconto non filtrato e non patinato di questo momento storico. Come ce lo ricorderemo fra 20, 30, 40 anni? Paradossalmente i milioni di smartphone, invece di garantire una meditata rappresentazione, hanno frammentato le informazioni, rendendole vacue. Il mettersi in posa per un selfie filtrato dalle app, non lascerà nulla di reale di questi anni. Essere Umbri al contrario racconta l’Umbria senza veli e senza ostentazione, il Neorealismo della strada e del sottobosco ternano e perugino”.

Gli otto documentari sono disponibili in questa playlist:

https://www.youtube.com/watch?v=ns4xhTBb86M&list=PLRDVn_jSRslY0bxi7zxKeqVQ3PHlK6U7e

Redazione Vivo Umbria

Vivo Umbria: arte, cinema, danza, folklore, musica, letteratura, teatro sempre in primo piano

No Comments Yet

Comments are closed

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!