fbpx

San Giustino, 66 mila euro destinati ai nuclei familiari in difficoltà

SAN GIUSTINO – Ammontano a 66 mila euro i fondi straordinari assegnati dal governo al Comune di San Giustino per far fronte all’emergenza economica, conseguenza di quella sanitaria, provocata dal Covid-19.

L’amministrazione comunale rende noto che dalla giornata di mercoledì 1° aprile è possibile compilare il modulo di autodichiarazione online disponibile sul sito internet (https://forms.gle/yVCWKeuGN1MCJRbF6) e sui canali ufficiali del Comune.

“Un ringraziamento doveroso – commentano il sindaco Paolo Fratini e l’assessore alle politiche sociali Andrea Guerrieri – va all’ufficio Servizi sociali e agli operatori comunali, che hanno lavorato per rendere immediatamente operativo un piano con il quale sono state fissate modalità e criteri di erogazione degli aiuti economici, in forma di buoni spesa, per le famiglie”. “L’intervento – prosegue Guerrieri – ha come obiettivo quello di rispondere in tempi certi e veloci a chi si trova in difficoltà nel soddisfare, anche solo temporaneamente, le necessità più urgenti ed essenziali e vede il proprio nucleo familiare esposto agli effetti economici derivanti dell’emergenza sanitaria. La sfida è stata quella di trovare una formula rapida che permettesse di snellire tutta la parte burocratica che attanaglia la pubblica amministrazione”.

Nell’avviso sono specificati i destinatari dell’intervento e le condizioni richieste per avere accesso al beneficio, tra le quali è presente quella di non avere altri redditi da lavoro dipendente pubblico o privato e di non essere titolare di pensione da lavoro, oltre che non possedere giacenze bancaria/postale superiore a 10 mila euro alla data del 29 marzo 2020.

Le modalità di erogazione del buono spesa sono definite in base alla composizione del nucleo familiare e prevede un contributo di 120 euro per una persona, 180 euro per nuclei di due persone, 230 euro per nuclei di tre persone, 280 euro per nuclei di quattro persone e 320 euro per nuclei di cinque o più persone.

Su valutazione dei Servizi sociali comunali l’ammontare del buono potrà essere incrementato fino ad un massimo di 50 euro in relazione alla presenza nel nucleo familiare di minori (0/3 anni) e persone con disabilità grave o presenza di casi particolari, come per esempio allergie e celiachia.

Il buono spesa può essere richiesto fino al 15 aprile ed ha valenza fino al 30 aprile 2020.

Avatar
Redazione Vivo Umbria

Vivo Umbria: arte, cinema, danza, folklore, musica, letteratura, teatro sempre in primo piano

No Comments Yet

Comments are closed

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!