fbpx

Nel ricordo di Giovanni Falcone oggi l’intero palinsesto di Rai Cultura

23 maggio 1992: strage di Capaci. In ricordo di Giovanni Falcone e di quanti hanno combattuto e combattono contro la mafia, vi segnaliamo Rai Cultura che dedica l’intero palinsesto di oggi, sabato 23 maggio, su Rai Storia (canale 54), con documentari, speciali e approfondimenti. In particolare, alle 21.30, il documentario di Alessandro Chiappetta per la regia di Graziano ConversanoGiovanni Falcone. C’era una volta a Palermo”  (in onda anche su Rai3 alle 18.00) ricostruisce la storia umana e l’impegno civile e investigativo del magistrato, ma anche il suo rapporto con Paolo Borsellino, gli anni del pool di Palermo, i mesi dei veleni, l’anno alla Direzione dell’Ufficio Affari Penali al Ministero di Grazia e Giustizia, a Roma. Tra i testimoni che ricostruiscono la vita di Falcone e raccontano il proprio rapporto con lui, la sorella Maria; l’ex Presidente del Senato, Pietro Grasso; l’ex Sostituto Procuratore di Palermo, Giuseppe Ayala; l’ex Ministro di Grazia e Giustizia, Claudio Martelli; il Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Palermo, Roberto Scarpinato; e i giornalisti Francesco La Licata, Marcelle Padovani, Attilio Bolzoni e Giovanni Bianconi. A seguire, il film documentario di Ruggero Cappuccio “Paolo Borsellino. Essendo stato” rilegge l’audizione del giudice e di Giovani Falcone davanti al Csm, il 31 luglio 1988, dopo alcune interviste nelle quali Borsellino aveva denunciato lo stato di smobilitazione del pool antimafia di Palermo. Audizioni tesissime, nelle quali due magistrati affrontano con chiarezza i delicatissimi temi relativi all’assegnazione delle indagini, l’inserimento nel pool di nuovi giudici senza l’adozione di criteri di sicurezza, l’affidamento di procedimenti sulla criminalità mafiosa a magistrati estranei al pool.

L’omaggio del teatro

Rai5 (canale 23) trasmetterà invece “92”. Due numeri per significare l’anno delle stragi di Cosa Nostra in Sicilia e delle morti dei giudici Falcone e Borsellino, uno spettacolo teatrale firmato da Claudio Fava, figlio di Pippo Fava, giornalista d’inchiesta vittima della mafia. Sul palcoscenico Filippo Dini e Max Mazzotta, che Rai Cultura propone sempre stasera, sabato 23 maggio alle 21.15.su Rai5. L’allestimento e la regia sono di Marcello Cotugno. Una produzione BAM teatro.

Subito dopo, sullo stesso canale, il docu-film di Angelo Loy “Paragoghè (παραγωγή) – Depistaggio” racconta lo spettacolo scritto e diretto da Marco Baliani. Una grande agorà nello spazio interno al tribunale di Ancona: diciassette tra attori e attrici, guidati da Marco Baliani, che raccontano quanta determinazione, fatica, dolori e perdite, ma anche soddisfazioni e vittorie sia costata nel tempo l’incessante ricerca, ancor oggi non terminata, della verità sulle tante stragi compiute nel nostro Paese. Una produzione Marche Teatro ed El Shoubrawi, in collaborazione con Rai 5.

Avatar
Redazione Vivo Umbria

Vivo Umbria: arte, cinema, danza, folklore, musica, letteratura, teatro sempre in primo piano

No Comments Yet

Comments are closed

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!