La Pala di Vallombrosa del Perugino "vivisezionata" in alta definizione

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

Questa è la Pala di Vallombrosa di Pietro Vannucci, il Perugino, illuminata a giorno per … vederla meglio. E’ quanto sta accadendo alla Galleria dell’Accademia di Firenze che ha avviato la digitalizzazione in alta fedeltà di questa opera, e di altre 49 per l’esattezza,  custodite nella sede museale. La Pala di Vallombrosa è un dipinto a olio su tavola datato 1500 commissionato al Perugino per l’altare maggiore dell’Abbazia di Vallombrosa. La Pala in epoca napoleonica venne portata a Parigi ma già nel 1817 fu riportata in Italia e destina alla Galleria fiorentina.

La Pala di Vallombrosa del Perugino “vivisezionata” in alta definizione

La tecnologia con la quale viene vivisezionata consentirà anche di monitorare lo stato di conservazione dell’opera del Perugino che, una volta ultimata la schedatura in alta definizione, permetterà di essere ammirata in maniera del tutto inedita attraverso il web con immagini particolareggite sin nei minimi dettagli grazie a strumenti innovativie di essere utilizzata  per la didattica a distanza e di essere visitata virtuale. Autore dell’intervento l’azienda Haltadefinizione specializzata nella fotografia in Gigapixel e nella riproduzione di opere d’arte.

Articoli correlati

Commenti