Piano Banda Ultra Larga: ad oggi 15 Comuni umbri risultano collaudabili

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA – A che punto è il Piano Banda Ultra Larga in Umbria. Oggi c’è stato l’atteso incontro fra Open Fiber e Regione Umbria alla presenza dell’assessore Michele Fioroni. L’emergenza sanitaria ha ovviamente rallentato i lavori, ma Open Fiber ha rassicurato che entro la fine del 2021 verranno collaudati tutti i Comuni interessati dal piano.

“Si è trattato di un confronto tecnico – dichiara l’assessore Fioroni – in cui è stato delineato il programma di definizione del Piano ed abbiamo ricevuto rassicurazioni circa il celere completamento della Banda in tutta la Regione. Un’importante garanzia per tutti i Comuni interessati dal piano BUL in un periodo storico come quello che stiamo vivendo, in cui è emersa chiaramente l’importanza di una connettività veloce e sicura. L’Umbria – aggiunge – si dovrebbe confermare, secondo le stime emerse durante la riunione, la prima Regione di Italia in cui tutti i cantieri saranno in vendibilità. Un ulteriore traguardo per fare dell’Umbria Polo Digitale d’Italia”.

Ad oggi 15 Comuni umbri risultano collaudabili di cui di cui 13 a disposizione degli operatori, per 13.649 unità immobiliari.

Dei 92 Comuni umbri autorizzati ed interessati dal Piano 14 Comuni risultano “sospesi” in quanto aree dove gli operatori privati hanno mostrato interesse economico a fornire la connettività, inibendo dunque l’intervento pubblico. Tuttavia alcune unità immobiliari non coperte in 11 di questi 14 Comuni verranno coperte con tecnologia FWA. Open Fiber ha stimato che saranno terminati i lavori entro il 2020 in 44 Comuni totali e 34 saranno collaudabili, e che entro il 2021 tutti e 78 i Comuni interessati dal Piano verranno collaudati.

“La collaborazione tra Open Fiber e Regione Umbria si è dimostrata molto positiva fin dal primo giorno in cui abbiamo cominciato a lavorare insieme al piano BUL. Qui abbiamo inaugurato la vendibilità del primo comune e oggi siamo felici di poter dire che la Regione sarà la prima a vedere completato il piano di copertura nel 2021” – spiega Roberto Tognaccini, responsabile Network & Operations Area Centro di Open Fiber – Una vera rivoluzione per tutti gli umbri che abitano nei piccoli borghi, tra i più belli d’Italia – prosegue -, ma che fino ad oggi non avevano una connessione internet all’altezza dei tempi. Con la nuova rete potranno contare su un’infrastruttura interamente in fibra ottica che garantirà prestazioni elevate in grado di semplificare la vita di tutti i giorni e di abbattere il digital divide”.

Articoli correlati

Commenti