L’intelligenza può essere artificiale? Le Università di Perugia e Oxford ne discutono on line

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
PERUGIA – Intelligenza artificiale sì. Intelligenza artificiale no. Oppure? Se ne discuterà online domani, lunedì 29 giugno alle ore 18. Intrigante il titolo:  “E se il toro di Europa fosse un cyber?”.
Intelligenza artificiale, dunque, ma anche prospettive europee. L’incontro è organizzato dal Centro di Documentazione Europea dell’Università di Perugia, con la collaborazione di Casa Europa (che raggruppa Movimento Federalista europeo Sezione di Perugia; Volt Umbria; Unione nazionale Consumatori Umbria, Associazione Legali Italiani).
A introdurre il confronto sarà Fabio Raspadori Cattedra Jean Monnet della Commissione europea – Università di Perugia. Interverrà poi Massimo Craglia, della Direzione Generale Joint Research Centre, Digital Economy Unit della Commissione europea, con una relazione dal titolo “Cosa è l’Intelligenza Artificiale: vantaggi, pericoli e potenzialità”. Lucilla Sioli – Director of Artificial Intelligence and Digital Industry, DG CONNECT Commissione europea – descriverà l’approccio europeo in tema, mentre Luciano Floridi – Oxford Internet Institute, Digital Ethics Lab, Università di Oxford – affronterà il tema “L’intelligenza può essere artificiale?”.
 Link per collegarsi allo spazio on-line:
 https://meet.google.com/hjr-fyhx-sjk

Articoli correlati

Commenti