fbpx

Un anno senza Andrea Camilleri: testimonianze, ricordi, filmati nell’omaggio Rai

Meet2U- Levita s.r.l.

Per la nostra rubrica Da vedere in tv, consigliamo il palinsesto Rai dedicato a Camilleri. Quando si pensa di celebrare qualcosa, la domanda è: chi ne trae vantaggio? L’anno trascorso nell’assenza di Andrea Camilleri è, da mesto calendario, domani, 17 luglio 2020.  Noi crediamo che il “vantaggio” del ricordare in questo caso è di chi in Camilleri ha trovato qualcosa di interessante, curioso, divertente. Prima di Montalbano, ad esempio, ho incrociato questo autore con il libro “La concessione del telefono”. Lo consiglio vivamente per l’amara sagacia dell’italico andazzo che pur essendo ambientato a fine Ottocento è amaramente attualissimo.

Tant’è, la Rai ha deciso di proporre un viaggio nella produzione teatrale, televisiva e letteraria di Camilleri, anche attraverso le sue parole, e una prima serata di Rai1 inevitabilmente dedicata al Commissario Montalbano. Comunque già oggi alle 18.30 (e in replica venerdì 17 alle 22.50) su Rai Storia con lo Speciale “Andrea Camilleri. Vigàta nel cuore” per la regia di Flavia Ruggeri. Lo Speciale attraversa la storia di Camilleri da quando comincia a lavorare per la Rai, in radiofonia. E, in Rai, mette in scena il teatro dell’assurdo di Beckett, Ionesco, Adamov, porta in tv Eduardo De Filippo, e cura sceneggiati entrati nella storia del piccolo schermo come “Le avventure di Laura Storm”, la serie del Tenente Sheridan e “Le inchieste del commissario Maigret”.

Dagli anni Ottanta, Camilleri affianca all’attività di regista quella di scrittore con romanzi di ambientazione siciliana. Nel ’92 pubblica “La stagione della caccia” e diventa un autore cult: arriverà a oltre 15 milioni di copie e traduzioni in ventidue lingue. Il successo dei libri con protagonista Montalbano è tale da convincere la Rai a produrre un vero e proprio serial con lo scorbutico e ironico commissario interpretato da Luca Zingaretti.

Tra stanotte e domani, inoltre, “I Lunatici” di Radio2 ricorderanno Camilleri trasmettendo un racconto biografico a lui dedicato. Su Rai1, in particolare, “Unomattina” dedica ampio spazio, ospitando lo scrittore e attore Antonio Manzini, già allievo dello stesso Camilleri all’Accademia Nazionale di Arti Drammatiche Silvio d’Amico. Il ricordo di

Camilleri sarà proposto anche da “La vita in diretta Estate” con Marcello Masi e Andrea Delogu. Sempre Rai1 propone in prima serata l’episodio de “Il Giovane Montalbano 2”, dal titolo “La stanza numero 2” di Gianluca Maria Tavarelli con Michele Riondino, Alessio Vassallo, Andrea Tidona, Sarah Felberbaum. Durante una passeggiata sul lungomare, Salvo Montalbano e la fidanzata si imbattono in un incendio scoppiato in un hotel.

RaiPlay, infine, lo celebra online con il documentario “Andrea Camilleri: io e la Rai” e l’antologia delle Teche Rai “Camilleri Sono”. Il primo, firmato nel 2014 da Alessandra Mortelliti, racconta mezzo secolo durante il quale l’autore siciliano ha fatto tutt’altro che scrivere: funzionario, produttore, regista e anche addetto alla censura. Tutti ruoli ripercorsi dal documentario.  “Camilleri sono”, invece, è un’antologia di sue apparizioni televisive. Si parte con un rarissimo intervento in bianco e nero, risalente al periodo del lavoro in Rai come produttore e regista, per poi passare al successo dello scrittore a metà degli anni ’90, con numerose interviste rilasciate, tra gli altri, a Enzo Biagi e Monica Maggioni. Camilleri racconta di sé e del suo mondo, soffermandosi su aspetti come il legame con la Sicilia, l’amore per i libri, la popolarità raggiunta in età avanzata grazie al personaggio del commissario di Vigata.

Foto di copertina: laplatea.it

Meet2U- Levita s.r.l.
Avatar
Riccardo Regi

Direttore di VivoUmbria.it. Perugino, laureato in Lettere, giornalista professionista dal 1990, vice direttore dei Corrieri Umbria, Arezzo, Siena, Viterbo, Rieti per 18 anni.

No Comments Yet

Comments are closed

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!