Il Prog del Terzo Millennio #9: The Ikan Method – Blue sun

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

Luca Grosso, già batterista anche di Projecto, Narrow Pass, The Rome Pro(g)ject e con alcune collaborazioni live internazionali ha creato il progetto The Ikan Method, che poco più d’un mese fa ha pubblicato l’album di debutto, “Blue sun”.

La formazione comprende Marcello Chiaraluce alla chitarra, Davide Garbarino alla voce, Fabio Zunino al basso, Luca Grosso alla batteria e tastiere, PJ Abba alle tastiere e Giacomo Grosso al flauto.

L’album è composto da nove tracce; testi e musiche sono di Luca Grosso, secondo cui il mondo è malinconicamente illuminato da un sole blu, dove si è schiavi della tecnologia.

Si tratta di un disco con chiari riferimenti al new prog; quattro dei nove brani sono strumentali.

Si inizia con “The great opening”, dalla diffusa coralità vocale, con un buon solo di chitarra.

“The journey” è il primo strumentale, di buon impatto con la chitarra di Chiaraluce di nuovo in evidenza.

“No more lies”, con un riff che rimane in testa, rivela le buone doti vocali di Garbarino; buona senz’altro la sezione ritmica mentre la chitarra è ancora protagonista nella parte centrale.

Dopo lo strumentale “The long way to madness” si passa al successivo “The storm”, (il più lungo con oltre nove minuti di durata), con il flauto che intreccia buone trame; non male anche le tastiere.

“Golden cage” conferma le buone prove tecniche dei musicisti; in alcuni passaggi, come in altre parti dell’album, manca forse un po’ di originalità.

“Time lost” e la title track “Blue sun” sono le ultime due tracce strumentali; nella prima la batteria di Grosso ha molto spazio; la seconda è quasi una ballad, dall’andamento più soft con la chitarra che ne tratteggia il tema.

L’album, che si chiude con “Changes, dal moderato intro tastieristico che prosegue con tono più deciso, è in definitiva è una prova gradevole, che troverà il favore degli amanti del genere.

Un buon esordio che potrete ascoltare live tra qualche settimana; infatti il gruppo sarà tra gli ospiti del Trasimeno Prog Festival, il 21 e 22 agosto, alla Rocca di Castiglione del Lago.

Articoli correlati

Commenti