fbpx

Fu così che in Umbria arrivò “Assisi OnLive” sotto in segno della cultura: tutto il programma

Visioninmusica

ASSISI Metti l’arrivo della stagione estiva dopo un periodo complesso come quello che abbiamo vissuto di recente, tra lockdown per pandemia da Covid 19 e modalità di ripresa con norme da seguire. Metti anche giorni passati incollati a schermi televisivi e personal computer cercando di ignorare il lento scorrere del tempo e quel senso di impotenza che inevitabilmente ci accoglieva al sorger del sole tutti i giorni. E metti, infine, quella voglia di tornare a vivere di persona le proprie passioni. Ed ecco che ad Assisi alcune tra le associazioni più importanti del territorio si riuniscono e, al forte grido di “voglia di ricominciare”, creano un nuovo progetto culturale. Nasce così sotto il nome di Assisi OnLive – perché il potersi rapportare live suona finalmente bene, soprattutto rispetto al vedersi online – una rassegna di eventi di qualità che spaziano tra concerti, messinscene teatrali e passeggiate letterarie. Tutto in spazi suggestivi della città serafica, seguendo ovviamente le linee guida governative per la tutela della salute, e cercando di accontentare i diversi gusti del pubblico.

locandina assisi onlive 2020

Sotto l’egida dell’arte troviamo a lavorare in sinergia la Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco, il Piccolo Teatro degli Instabili, l’Associazione Culturale Riverock, l’Associazione Umbra Canzone e Musica d’Autore e l’Associazione Culturale Zona Franca e il Comune della Città di Assisi. Il programma è stato presentato ieri in conferenza stampa a Perugia alla presenza di tutti i rappresentanti delle realtà coinvolte.

presentazione assisi onlive 20

Ad aprire gli interventi è stato il sindaco di Assisi Stefania Proietti: “Un bellissimo esempio di collaborazione – ha affermato – tra soggetti che, nell’ambito delle proprie professionalità e competenze, operano nel settore della cultura e dello spettacolo di Assisi animando le stagioni dei nostri teatri. In questo anno particolare, non abbiamo voluto rinunciare all’offerta culturale, e le cinque organizzazioni protagoniste di Assisi OnLive si sono unite, e, con la consueta passione e professionalità, sono riuscite a superare le difficoltà oggettive che il settore attraversa e oggi propongono un programma di grande qualità che arricchirà “l’altra estate” di Assisi per cittadini e turisti. Il Comune di Assisi, oltre a patrocinare l’iniziativa, ha messo a disposizione location e logistica, con un contributo fattivo alla organizzazione. Un esperimento che, se funziona, potrebbe essere ripetuto negli anni e indicare un percorso culturale di interesse generale per Assisi, in quanto basato sull’idea di far crescere le eccellenze e le produzioni culturali della Città”.

“È quello live il linguaggio dello spettacolo dal vivo – ha detto Paolo Cardinalie, quindi, già dal nome “Assisi OnLive” volevamo dare un segnale di rilancio e di ritorno alla normalità per la fruizione degli eventi. Non più quindi in modalità online”.

“Per la prima volta le associazioni che operano sul territorio hanno deciso di fare squadra – hanno poi spiegato Jacopo Cardinali e Gabriele FabbriziAnche noi abbiamo sposato questo progetto e spinto perché potesse andare a buon fine, soprattutto davanti all’alternativa di stare fermi. Quest’anno dovevano organizzare ad Assisi l’11esima edizione del nostro festival e non avendo l’opportunità di farlo, per i motivi che tutti conosciamo, ci siamo messi al lavoro per fare qualcosa di diverso ma pur sempre di altissimo livello”.

“Quello che abbiamo messo in piedi sembra quasi un programma da tempi no-covid – ha asserito Lucia FiumiQuella che abbiamo accettato è una bella sfida quindi, anche perché la nostra associazione ha sempre creduto nella rete di soggetti e sinergie. A maggior ragione siamo perciò oggi felici di questa importante collaborazione”. La presidente AUCMA ha poi specificato che, per quanto riguarda la sicurezza, il protocollo che verrà utilizzato sarà quello di Assomusica.

E in questi tempi difficili a riassumere l’intento della kermesse e di questa sinergia che si è venuta a creare è stata Fulvia Angeletti che ha sottolineato come un cartellone ricco di eventi come questo di “Assisi OnLive” sia a tutti gli effetti “un modo di riavvicinarci attraverso l’arte in tutte le sue forme”. 

locandina assisi onlive 2020

Uno sguardo al programma 

Si inizia sabato 8 agosto alle ore 21.15 nella piazza Inferiore di San Francesco con il concerto dell’Assisi Summer School Choir, direttore David Skinner, musiche di Tallis, Gibson

Il 13 agosto nel Giardino degli Incanti della Rocca Maggiore protagonisti del palcoscenico saranno Rachele Andrioli e Rocco Nigro. Il duo composto da Andrioli (voce, tamburi a cornice, flauto armonico e ukulele) e Nigro (fisarmonica) è certamente uno degli incontri artistici più fortunati ed interessanti che ha espresso negli ultimi anni la scena musicale salentina, non solo per le tante peculiarità che caratterizzano la loro cifra stilistica ma anche per l’eccelsa qualità dei loro album e concerti dal vivo. “Malìe”, “Maldimè” e “Maletiempu” sono le pubblicazioni discografiche prodotte dal duo, che hanno ottenuto un notevole successo di pubblico e critica, anche in ambito internazionale.

Il 15 agosto nella piazza Superiore della Basilica di San Francesco alle ore 06.00 ad andare in scena sarà il suggestivo “Concerto all’alba” a cura dell’Orchestra della Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco. Musiche di A. Vivaldi, con Angelo Cicillini (violino), Giacomo Silvestri (oboe), Ivo Scarponi (violoncello), Ermanno Vallini (violoncello), Padre Giuseppe Magrino OFM conv – direttore

Dal 17 al 28 agosto si terrà A Teatro nel Bosco, laboratorio intensivo nel gioco del teatro a cura di Giulia Zeetti nel verde Bosco di San Francesco (FAI), dove i bambini potranno vivere un’esperienza creativa a contatto con la natura con performance finale ispirata a “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare.

Il 20 agosto ci sarà un doppio appuntamento: una passeggiata letteraria con Sandro Frizzerio, durante cui l’autore dialogherà con Anna Maria Romano sul suo ultimo libro “Sommersione”. Evento in collaborazione con Associazione Culturale Clizia e Associazione I Tuoi Cammini. Alla Rocca Maggiore si terrà invece la messinscena del nuovo spettacolo di Ascanio Celestini, Barzellette, che prende spunto dal suo omonimo libro, al Bosco di San Francesco. Artista poliedrico, da sempre Celestini lavora con diversi linguaggi e questa volta sceglie di confrontarsi con le barzellette perché pescano nell’inconscio e, attraverso l’ironia, permettono di smontarlo e conoscerlo.

Il 24 agosto alla Rocca Maggiore ancora spazio al teatro con Claudio Bisio e Gigio Alberti. “Ma tu sei felice?” ora diventa anche un appuntamento teatrale e dai video realizzati a distanza, ognuno a propria casa, il dialogo si sposta sul palco, con reading dal vivo di Bisio & Alberti, toccando tra luglio e settembre una ventina di località, teatri, arene e rassegne estive, per condividere anche con il pubblico live le riflessioni sull’eterno tema della felicità.

opera di chiara monaco

Dal 26 al 30 agosto la sala delle Logge ospiterà “Metamorfosi Evolutive”, mostra di Chiara Monaco. L’esposizione rappresenta il frutto di un viaggio di continua crescita e scoperta di se stessa dell’artista, ma anche scoperta di se stessa in relazione agli altri, al mondo esterno e a tutto ciò che accade contemporaneamente alla sua evoluzione personale.

Dal 28 al 30 agosto al via un “Laboratorio di ricerca sul movimento” a cura della danzatrice Lucia Guarino. Un ciclo di tre incontri centrati sulla condivisione di pratiche corporee, aperte alla comunità tutta professionisti e non – focalizzati sulla complessità di come il corpo e il movimento si pongono in relazione al concetto di vuoto. Quante e quali pratiche possono essere sperimentate e approfondite per arrivare ad uno stato di presenza organica ed emotiva di apertura e possibile movimento nello spazio libero, sia nella singolarità che nella collettività.

Teho Teardo e Elio Germano
TEHO TEARDO e ELIO GERMANO – Foto Elia Falaschi © 2016 – http://www.eliafalaschi.it

Il 29 agosto arrivano in scena alla Rocca Maggiore Teho Teardo ed Elio Germano con “Viaggio al termine della notte” liberamente tratto dal capolavoro di Louis-Ferdinand Céline in una versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi. Avvalendosi della straordinaria sensibilità interpretativa di Germano, Teardo ripercorre musicalmente alcuni frammenti del “Viaggio” restituendo, in una partitura inedita, la disperazione grottesca di questo capolavoro di scrittura che ritrova nuove dinamiche espressive nella combinazione di archi, chitarra e live electronics. Una fusione di sonorità cameristiche che guardano a un futuro tecnologico nel quale, le immagini evocate dal testo interpretato da Germano, si inseriscono nelle atmosfere cinematiche di Teardo; un succedersi di eventi sonori e verbali dove la voce esce dalla sua dimensione tradizionale fino a divenire suono.

Il 30 agosto nella piazza Inferiore di San Francesco sarà la volta di The Franciscan Singers, musiche di p. I. Lukačić, p. S. Reina, p. E. Trabattone, p. G. B. Martini, p. G. Paolucci, p. F. M. Benedetti p. A. Borroni. La Rocca Maggiore ospiterà invece “Albero ma estro” il nuovo spettacolo – concerto di Gio Evan, contenuto ma incontenibile, acustico ma elettrizzante, colturale più che culturale. “Albero ma estro”, lo spettacolo che non arriva alla radice delle cose ma si ferma sui frutti.

copertina i quattro cantoni

Il 6 settembre altro doppio appuntamento: alle ore 09.30 sul Monte Subasio prenderà il via una passeggiata letteraria con Gabriella Genisi, durante cui la scrittrice si confronterà con Anna Maria Romano sull’ultimo suo libro “I quattro cantoni” e sull’intrigante protagonista, il commissario Lolita Lobosco. Evento in collaborazione con Associazione Culturale Clizia. La Rocca Maggiore sarà invece teatro di una delle sette tappe estive di “Talismani per tempi incerti”, tour di Vasco Brondi tra canzoni, poesie, riflessioni e sonate per pianoforte, violoncello e chitarre soliste. Ad accompagnare l’artista sul palco saranno Andrea Faccioli (chitarra), Daniela Savoldi (violoncello) e Angelo Trabace (pianoforte).

Il 13 settembre appuntamento alla Rocca Maggiore con Cristiano Godano tra musica e parole. Nel corso della serata, il celebrato protagonista della scena rock nazionale racconterà le origini della sua storica band, quei Marlene Kuntz che, negli anni ’90, furono tra i primi a proporre una convincente via italiana all’elettrico rock urbano di derivazione americana. Sarà l’occasione per riascoltare pezzi della storia dei Marlene accanto ai nuovi bravi del suo ultimo lavoro da solista.

A chiudere il sipario di Assisi OnLive il 17 settembre all’Anfiteatro della Pro Civitate Christiana sarà Franco Arminio con “La cura dello sguardo. Nuova farmacia poetica”. Percorrendo l’Italia palmo a palmo, nella sua paziente auscultazione del mondo, già da tempo Arminio registrava una epidemia in corso: quella dell’“autismo corale”, che ci vede rinchiusi dietro i nostri piccoli schermi, impegnati in una comunicazione che ha perso ardore e vitalità. Nelle pagine del nuovo libro il poeta torna a offrirci le sue parole come fiaccole per illuminare il presente, offrendo il suo stesso corpo come testimonianza, come repertorio di tentativi e rimedi.

pres assisi onlive 2020

Visioninmusica
Avatar
Francesca Cecchini

Teatro, letteratura e musica sono le mie passioni. Tutto, se possibile, da vivere dietro le quinte. Sono un amante del “work in progress”. E scriverne, per me, è la più grande soddisfazione (e gioia)

No Comments Yet

Comments are closed

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!