Un ristorante e un crowdfunding che mette al centro l'inclusione

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA Il primo ristorante inclusivo. Il 50% della forza lavoro è costituito da persone in carico ai Servizi di Salute Mentale. Parte una campagna di crowdfunding per
assumere altre 5 persone, fare inclusione e dare autonomia lavorativa e abitativa ai pazienti psichiatrici. Con questi obiettivi parte il crowdfunding, sulla piattaforma produzionidalbasso, promosso dall’Associazione RealMente, in collaborazione con la Fondazione La Città del Sole – Onlus. La raccolta fondi servirà a finanziare diversi progetti, tutti volti a creare inclusione attraverso attività concrete che mettono al centro in maniera attiva ragazze e ragazzi in carico ai Servizi di Salute
Mentale in Umbria.
Per maggiori informazioni si rimanda al Link https://www.produzionidalbasso.com/project/numero-zero/

Articoli correlati

Commenti