La nuova presidente del Lions Club Perugia Centenario è l’avvocato Marta Bocci

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
La nuova presidente del Lions Club Perugia Centenario è l’avvocato Marta Bocci

PERUGIA – Passaggio di campana per il Lions Club Perugia Centenario. Nei giorni scorsi, nella splendida cornice del Golf Club Perugia, si è tenuta la cerimonia alla presenza del Past President, Riccardo Spadolini, del Presidente di Zona, Francesco Tei, e del coordinatore Global Leadership Team, Cesare Cesarini. L’attuale consiglio direttivo per l’anno 2020/21 sarà quindi composto dalla Presidente Marta Bocci, affiancata dai due Vicepresidenti, Maria Grazia Vagnetti e Carlo Palombi, dal Past President Ezio Vescovi e dal Responsabile del Comitato Service Francesco Tei. Il ruolo di tesoriere sarà ricoperto da Stefano Acquinardi, quello di segretario da Maria Grazia Vagnetti, di cerimoniere da Daniela Antonacci, di Presidente del Comitato Soci da Nicoletta Pepe, di censore da Sandro Pacifici, di revisore dei conti da Francesco Bracchi, di coordinatore LCIF da Riccardo Spadolini e di informatico da Gabriele Cardona. I consiglieri saranno: Rita Floridi, Maria Luisa Bacosi, Katia Perruccio e Cristiana Casaioli.

La nuova presidente del Lions Club Perugia Centenario è l’avvocato Marta Bocci

Dopo la presentazione del team, la presidente Marta Bocci ha illustrato il suo programma di mandato ricordando è “un club che, in soli tre anni di vita, conta già 52 soci – ha spiegato – ed ora rappresenta il secondo club più numeroso di Perugia. Il segreto del suo successo? Il felice connubio tra soci fondatori di comprovata esperienza lionistica e neofiti del mondo Lions che circa 3 anni fa, uniti da un progetto condiviso, hanno deciso di dare vita al Lions Centenario”.

Passaggio di campana per il Lions Club Perugia Centenario nella splendida cornice del Golf Club Perugia. Marta Bocci nuova presidente

“Con riferimento ai service che ci proponiamo di realizzare, – ha proseguito Bocci – compatibilmente con le restrizioni che sono proprie di questo terribile periodo di pandemia, sia pure in linea di principio, in quanto il programma definitivo dovrà essere approvato dall’assemblea dei soci che si terrà alla fine di questo mese, ci sono senza alcun dubbio dei service continuativi che sono ormai una costante della nostra attività come: Umbria Crossing, collaborazione con l’Aild prevista già nel mese di settembre che vede la partecipazione attiva del nostro club alle attività di screening per la lotta al diabete; Sight for kids, una campagna di screening nazionale per l’ambliopia, ovvero il cosiddetto occhio pigro, che interessa i bambini nei primissimi anni di età e che,dove diagnosticata tempestivamente, consente anche la piena riabilitazione del piccolo paziente; il service di Raccolta degli occhiali usati per destinarli alle popolazioni del terzo mondo, previa una selezione e classificazione e  effettuata da volontari; il Progetto Martina, service rivolto ai giovani delle scuole medie e superiori affinché imparino a fronteggiare psicologicamente il tumore e adottino conseguentemente uno stile di vita che non ne favorisca l’insorgenza; il Poster per la pace, programma che ha l’obiettivo di diffondere e rafforzare la cultura della pace promuovendo un concorso annuale tra scolari da undici e tredici anni; il Progetto Wee free, che ha come obiettivo la presa di coscienza del problema della dipendenza e del disagio giovanile, da parte dei giovani, ma anche delle famiglie e delle istituzioni”.

“Altro appuntamento fisso per il nostro club – ha sottolineato la presidente Marta Bocci – è anche l’assegnazione della borsa di studio dedicata al nostro carissimo ed indimenticato socio, Corrado Costantini, che verrà assegnata alla ricercatrice Irene Panfili in relazione alla donazione di 20 opere del pittore perugino Umberto Gualaccini alla Accademia delle Belle Arti”.

Molti anche gli eventi in programma ed in corso di definizione legati ai temi dell’ecologia, della tutela e della tutela dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile.

“Realizzeremo – ha proseguito Bocci – anche un service nell’ambito oncologico sulla scia ed in continuità con quelli che ogni anno sono sempre stati realizzati dal nostro club, da sempre particolarmente sensibile ad aiutare e portare il suo contributo a favore dei malati oncologici, soprattutto e in particolare in età pediatrica. E’ inoltre previsto, per la prossima primavera, un evento in collaborazione con la Figc Umbria e la medicina dello sport avente ad oggetto  iniziative legate alla tutela della salute dei giovani sportivi, con temi che vanno dalla nutrizione alla formazione tecnica ed approfondimenti che riguardano anche aspetti educativi rivolti non solo ai ragazzi, ma anche ai loro genitori con la finalità di favorire la crescita “sana” di giovani sportivi anziché, come spesso si fraintende, di ‘futuri’ campioni. Proseguirà – ha concluso la presidente – la collaborazione con i club dell’Umbria e di altre regioni per intensificare interclub, patti di amicizia e gemellaggi al fine di incentivare e rafforzare i legami di amicizia e di collaborazione tra i soci di club sia regionali che fuori regione. Abbiamo, in particolare, in corso in già due gemellaggi con le città di Potsdam e Seattle che ci auguriamo di portare a termine in questa annata”.

Articoli correlati

Commenti