Paola Agabiti: "Quattro milioni di euro per preservare e valorizzare musei, teatri e istituti culturali"

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA – Risorse, ovvero euro, per preservare e adeguare il patrimonio culturale umbro: dai teatri ai musei, agli istituti di pregio storico. Per l’esattezza 4 milioni per 20 progetti complessivi e il termine ultimo del 30 ottobre 2020 per presentarli. Lo ha annunciato l’assessore alla riprogrammazione europea e alla cultura della Regione Umbria, Paola Agabiti: “Adeguare i luoghi della cultura della nostra regione per renderli più sicuri, accessibili e funzionali è fondamentale per valorizzare il nostro patrimonio storico e artistico. Per questo nella riprogrammazione del Por Fesr abbiamo destinato 4 milioni di euro agli attrattori culturali diffusi che costituiscono una risorsa preziosa per il nostro territorio e per le comunità locali”.
In sostanza la giunta regionale, nell’ultima seduta, ha approvato l’avviso ricognitivo propedeutico alla “predisposizione di un programma regionale di interventi di adeguamento strutturale, impiantistico e funzionale di musei, teatri storici ed istituti culturali di appartenenza pubblica, legati alla fruizione post – Covid”
L’atto permetterà di definire un quadro sulle esigenze presenti nel territorio regionale e quindi programmare gli interventi approvati. Questi possono riguardare adeguamenti e completamenti di allestimenti rivolti al miglioramento dell’accessibilità e della fruibilità dei beni e delle risorse, anche ai fini dell’ottemperanza delle prescrizioni post emergenza coronavirus. Verranno prioritariamente inclusi progetti di importi compresi tra 100 mila  e 300 mila euro. L’obiettivo del Programma è la previsione di circa 20 interventi, limitando il finanziamento di una singola proposta per ogni beneficiario.  Il termine ultimo, come detto,  per la presentazione delle manifestazioni di interesse è il 30 ottobre 2020.

Articoli correlati

Commenti