fbpx

L’hamburger perfetto esiste. E’ in un libro ispirato a Italian Burger

PERUGIA – Ricordo un giorno a New York nei pressi del Central Park: erano più o meno passate le 2 p.m. e non avevo ancora messo niente sotto i denti. Il carretto passava, con le sue appariscenti linee verticali rosse e bianche. Passava tranquillamente sul bordo della strada in attesa del prossimo avventore. Anonimo e affamato. Vendeva il più classico dei fast food, hot dog e hamburger, preparati in un lampo, tra le auto che sfrecciavano veloci e la gente che passava di fretta. Niente di più anonimo e incolore: un hamburger, per quanto buono sia, e per quanto cheese e ketchup può contenere, è pur sempre un pasto da consumare in fretta per saziare la fame. Ma se quell’hamburger e quel carretto venissero decontestualizzati dalle strade di New York e trasformati in ambienti accoglienti, eleganti e informali, e quegli hamburger dotati di una vasta gamma di sapori mediterranei e prevalentemente prodotti da materie prime a chilometri zero, la prospettiva cambia. E di molto. E la priorità non diventa più la fame e il senso di sazietà, ma il gusto.

Così due ragazzi un po’ visionari e un po’ gourmet decidono di avventurarsi nel mondo dei sapori, partendo da un elemento popolare, molto popolare del mangiare e del nutrirsi, l’hamburger appunto. Che ha una lunga storia e dalla Germania, precisamente da Hamburg, arrivò negli States dove conobbe la sua fortuna attraverso i flussi migratori degli inizi dell’Ottocento, più o meno un paio di secoli fa. Lei è Giovanna Morrone, lui Gianluca Peverini, perugini d’adozione con la Puglia nel cuore, da dove il sogno, o meglio il progetto, è partito: l’Italian Burger, che per ora ha due sedi a Perugia ma con l’idea di espandersi anche fuori dall’Italia, forse America compresa. Intanto Italian Burger fa già molto parlare di sé e se ne stanno occupando con insistenza anche media e social, sino a celebrare questo progetto con un libro sui segreti per preparare un buon hamburger. Il libro è firmato dalla food writer Chiara Caprettini, edito da Nomos, con il titolo “Italian Burger – Ingredienti, tecniche e strumenti per hamburger perfetti”. Compresi hamburger vegetariani, per chi al disco di carne, preferisce verdure e sapori legati alla stagionalità. Un tripudio per il palato che non può pretendere di più e con un occhio di attenzione alla sostenibilità e alla alimentazione incruenta. Il libro, 120 pagine tra testi e foto di Matteo Consolini, si articola in una serie di suggerimenti utili per l’hamburger perfetto in cui trovano spazio ingredienti tra i più vari in abbinamenti inediti che innalzano il più popolare dei panini ad una sfida ai migliori gourmet. Si può passare, ad esempio, con molta disinvoltura dal “Mare Mare”, felice intuizione che produce l’accoppiamento tra baccalà e olive e zenzero-wasabi, al “Diamante” con tartufo nero a scaglie. Sono solo due esempi della grande varietà che il team di Italian Burger propone per deliziare la sua clientela. Ma ecco alcuni stralci della prefazione del libro dove Giovanna e Gianluca spiegano come è nata ed è evoluta l’idea di Italian Burger: “La storia di Giovanna e Gianluca parte da mondi lontani dalla ristorazione per poi approdare a un sogno nel cassetto che è divenuto realtà: creare un luogo accogliente, elegante e informale insieme, dove il protagonista indiscusso fosse il burger in stile italiano.Viaggi intorno al mondo e infiniti assaggi di panini, hamburger, tacos, sandwich; per poi arrivare alla decisione, nata molto spontaneamente su una spiaggia della loro amata Puglia, e infine il ritorno in Umbria e il via definitivo al progetto: la scelta di cambiare lavoro e dedicarsi in tutto e per tutto a quell’idea che col tempo e l’impegno si è rivelata vincente. Si chiama Italian Burger. Una storia di successo che affonda le radici in un amore incredibile per questo lavoro: amore, passione, curiosità e creatività è il mix vincente con cui Italian Burger prepara panini, salse, patatine e dolci. Tutto homemade, frutto di accostamenti inconsueti e materie prime estremamente selezionate provenienti dal territorio e da tutta Italia. Il risultato sono hamburger preparati in stile italiano, comfort food irrinunciabile e anche sano che, grazie a questo libro, anche noi possiamo prepararci a casa, facendo nostri i trucchi del mestiere: quale carne scegliere, come preparare il famoso e inimitabile bun, che salsa abbinare. L’hamburger italiano non ha più segreti. O forse un segreto c’è: amare, indiscutibilmente e sempre, ciò che si fa. Prepariamoci quindi a un viaggio nel panino concepito, preparato (e da noi assaggiato) a regola d’arte”.

Avatar
Claudio Bianconi

Arte, cultura, ma soprattutto musica sono tra i miei argomenti preferiti.

No Comments Yet

Comments are closed

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
Attraverso il sostegno finanziario ricevuto dal POR FESR 2014-2020, Avviso a sostegno per l’innovazione digitale nelle micro e piccole imprese 2019, l’azienda ha potuto realizzare il proprio sito e-commerce.
Obiettivi raggiunti dalla nostra azienda: innovazione attraverso l’utilizzo dell’ICT , visibilità dei servizi offerti, competizione sul mercato nazionale.
Through POR FESR 2014-2020 financial support, the company was able to get his own e-commerce site.
Objectives achieved by our company: innovation through the use of ICT, visibility of the services offered, competition on the national market.
***