In arrivo il 30 ottobre The Dark Pictures Anthology: Little Hope

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

Finita l’attesa per gli appassionati di horror, slasher e videogiochi. In questo mese di grandi uscite e paura, il 30 ottobre, la vigilia di Halloween, esce il secondo capitolo della fortunata serie di Supermassive Games The Dark Pictures Anthology: Little Hope. Prima di mostrare e fare il punto di tutto quello che è stato rivelato al momento su questa nuova storia è necessario fare un passo indietro e tornare con la mente all’ormai lontano 2015 quando questa casa di sviluppo del Regno Unito inizia a muovere i suoi primi passi in questa direzione. “Quando si guarda un film horror insieme a degli amici è impossibile non sentire la più classica delle affermazioni: se ci fossi stato io non l’avrei mai fatto, non si scende in cantina in questi film, io non avrei mai fatto l’eroe. E se ci venisse data la possibilità di scegliere ciò che fanno i protagonisti?”. Fu proprio il team di Supermassive Games a porsi questo interrogativo, un dubbio da cui avrebbe poi preso forma Until Dawn, inizio e pilot di quello che nel 2019 si sarebbe trasformato nella The Dark Pictures Anthology.

Il trailer di Until Dawn

Alcune scene di Until Dawn



Un vero e proprio film interattivo con titoli di testa, colonna sonora e un cast stellato (Hayden Panettieri, Rami Malek, Nichole Bloom, Noah Fleiss, Antonella Lentini, Galadriel Stineman, Meaghan Martin, Brett Dalton, Peter Stormare, Larry Fessenden).Questo titolo mischiava sapientemente classici elementi da interactive drama con quick time event ed esplorazione da videogioco con inquadrature e tagli cinematografici, il tutto aiutato da un dettagliatissimo motion capture che riportava su schermo nei minimi dettagli i volti degli attori protagonisti. Il giocatore/spettatore veniva spedito in una classica avventura teen-horror/slasher, un gruppo di amici, una località isolata, un mistero, inspiegabili eventi, omicidi, e qui doveva confrontarsi grazie al sistema ad effetto farfalla con le proprie scelte, scelte che alla fine avrebbero plasmato la storia e deciso chi sarebbe sopravvissuto fino all’alba e chi no. Il giocatore doveva spolverare così tra continui colpi di scena e jumpscare le proprie conoscenze e saper leggere i totem che fornivano brevi estratti di potenziali futuri. Da Until Dawn lo scorso anno è nato il primo capitolo di The Dark Pictures Anthology Man of Medan.

Il trailer di The Dark Pictures Anthology: Man of Medan

Alcune scene di The Dark Pictures Anthology: Man of Medan



La serie prende gli elementi e la forma del pilot trasformandoli in episodi antologici (un cast e una storia diversa per uscita, il tutto scollegato dalla precedente). Dalla regione dei grandi laghi ci si sposta nella Polinesia francese in un’avventura slasher che vede il gruppo di giovani protagonisti alle prese con la leggenda della nave fantasma SS Ourang Medan. Rispetto al capitolo del 2015 meno spaventoso e più breve, ma con un’influenza maggiore del sistema bussola morale (il precedente sistema ad effetto farfalla) che porta a una rosa di finali molto più ampia. I totem che fornivano brevi estratti di possibili futuri qui sono sostituiti dai quadri (appunto i Dark Pictures), lo psichiatra che divideva i vari capitoli qui diviene il Curatore, misteriosa figura interpretata da Pip Torrens che tornerà in ogni gioco e che custodisce tutte le storie dell’antologia, l’aggiunta alla rosa delle scelte di non dire nulla.

Il trailer di The Dark Pictures Anthology: Little Hope

Alcune scene di The Dark Pictures Anthology: Little Hope



Il nuovo capitolo Little Hope, in arrivo il 30 ottobre, porta i giocatori/spettatori nella cittadina di Little Hope, uno dei tanti villaggi in cui nel 1692 serpeggiava il terrore della stregoneria. Una storia più macabra e spaventosa che cerca un ritorno alle origini con Until Dawn, riprendendo i vantaggi e le parti meglio riuscite della The Dark Pictures Anthology e lasciandosi alle spalle quelli elementi meno riusciti e a tratti frustranti di Man of Medan. Confermato un cast stellato anche per questo capitolo che oltre a Pip Torrens nel ruolo del Curatore vede Alex Ivanovici, Will Poulter, Ellen David, Kyle Bailey, Caitlyn Sponheimer, Scott Haining e Skye Burkett, David Smith. Un capitolo che i fan non dovranno aspettare molto per giocare, giusto in tempo per Halloween.

Articoli correlati

Commenti