X Factor: fatte le squadre e l’Umbria avanza con Melancholia e Franco Rujan, in arte Blind

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA – Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. A X Factor, ora, si fa sul serio. Le squadre sono ufficialmente formate. Ognuno dei quattro giudici ha scelto i tre concorrenti della propria categoria che porterà con sé agli attesissimi live. Dodici concorrenti in tutto, tre per team, hanno superato indenni la ’Last Call’, convincendo ognuno il suo giudice.

Melancholia
Melancholia

E l’Umbria ha fatto la sua bella figura con la strabiliante band folignate Melancholia , trio composto da Benedetta Alessi, qualcosa più di una semplice voce, Fabio Azzarelli con i suoi soni azzecatissimi alla tastiera-synth e Filippo Petruccioli sapiente nel domare la sua chitarra; e il ventenne perugino Franco Rujan, in arte Blind.

Blind
Blind

Ma andiamo con ordine. Il primo a scegliere è stato Hell Raton che, per valutare le Under Donne, ha potuto contare sul supporto di due amici: Mara Sattei e Lazza. Manuelito ha deciso di portare con sé la giovane abruzzese Casadilego, che ha cantato Kitchen Sink dei Twenty One Pilots; la monzese Cmqmartina, che ha proposto ’Tensione Evolutivà di Jovanotti; la cremonese Mydrama, che ha proposto ’Dio$ No$ Libre Del Dinerò di Rosalía.
Mika, per stabilire i tre Over ammessi ai Live, aveva al suo fianco l’artista Francesco Vezzoli. Il suo verdetto ha promosso al prossimo step la calabrese Eda Marì che ha interpretato il brano di Coez La musica non c’è; l’altro calabrese da anni a Bologna N.A.I.P., arrivato questa volta sul palco con la cover di ’Bandiera Biancà di Franco Battiato; il siciliano ma milanese d’adozione Vergo che ha proposto un mashup tra Il Mondo Nuovo di Neffa e Ora Che Fai? di Salmo.
Quindi, è stato il turno di Manuel Agnelli, affiancato dal fumettista, illustratore e regista italiano Gipi per ascoltare e valutare i Gruppi. Insieme, hanno scelto il duo power rock dei Little Pieces of Marmelade che ha rischiato con i Beatles di ’Helter Skelter’; la band toscana dei Manitoba che ha convinto con ’The Last Goodbyè dei The Kills; il trio di Foligno dei Melancholia, che ha interpretato ’White Rabbit’ dei Jefferson Airplane. “Siete una delle cose che mi è piaciuta di più e vi voglio in squadra. Ne faremo delle belle” ha detto Agnelli.
Infine, ha chiuso la puntata Emma affiancata dall’artista e produttore discografico Dardust. A Blind ha detto: “Mi ha colpito la fame che hai negli occhi, quella fragilità che nascondi dietro una corazza che ogni tanto fa bene cadere giù.  X Factor è un palco difficile. Tu sei pronto?”. Il pianto di Blind è un convintissimo e commosso sì. Hanno poi superato il turno il bolognese Santi, arrivato con il suo pezzo ’92B’; il livornese Blue Phelix, con la canzone ’Midnight’, scritta da lui.
Non resta che ritrovarci all’appuntamento con i live giovedì prossimo su SkyUno.

Articoli correlati

Commenti