Dalla Regione 4 milioni di euro in borse di studio, Altrascuola soddisfatta ma con riserva

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA – La Regione ha stanziato 4 milioni di euro per borse di studio straordinarie destinate agli studenti della scuola primaria e secondaria, di primo e secondo grado. “Si tratta – spiega Paola Agabiti, assessore regionale all’Istruzione – di una iniziativa con la quale sosteniamo il diritto allo studio dei nostri ragazzi, anche per contrastare la dispersione scolastica. Attraverso queste borse di studio istituiamo un contributo di 200 euro per i ragazzi delle scuole primarie, di 400 euro per gli iscritti alla secondaria di primo grado e di 500 per la secondaria di secondo grado“.
L’importo delle borse di studio straordinarie sarà incrementato di 100 euro per gli alunni con disabilità e potranno accedervi gli studenti il cui nucleo familiare attesti un ISEE, anche corrente, non superiore a 20 mila euro.

Immediata la reazione positiva di Matias Cravero, coordinatore di Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Umbria che in una nota afferma: “Per la prima volta il governo regionale sembra averci ascoltato. Non possiamo che essere soddisfatti di ciò. Crediamo però che non si debba fare un passo indietro rispetto a questo traguardo raggiunto una volta che sarà finita l’emergenza e che, anzi, ci sia solo da continuare a coprire le situazioni critiche in termini di diritto allo studio, da noi quotidianamente denunciate. Continueremo a chiedere maggiori investimenti per i servizi necessari ad accedere all’istruzione: trasporti, edilizia scolastica e fondo per l’accesso ai libri di testo risultano ancora essere profondamente sottofinanziati, per una reale ripartenza del sistema scuola sono necessari ulteriori investimenti”.

Articoli correlati

Commenti