L’appello della Comunità di Sant’Egidio di Perugia: “Aiutiamo i senzatetto, servono coperte e sacchi a pelo”

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA – La Comunità di Sant’Egidio Perugia entra nel merito delle polemiche nate a Perugia sulla questione della sistemazione dei senzatetto provvisoriamente ospitati nella palestra Sant’Erminio. 

“Con l’arrivo del freddo – si legge nella nota della Comunità di Sant’Egidio di Perugia – esprimiamo forte preoccupazione rispetto alla questione dormitorio, viste le difficoltà delle istituzioni nel trovare soluzioni rapide in grado di salvaguardare la vita dei cittadini più deboli, i senza dimora. Ogni giorno e ogni notte in più trascorsa fuori al gelo, per un fisico già debilitato dall’età, dalla fatica, spesso anche dalla malattia, potrebbe risultare fatale.  Invitiamo tutti i cittadini a mettere al primo posto la vita delle persone più fragili in un momento storico del tutto particolare in cui l’area del bisogno e della povertà si sta ampliando notevolmente, causando anche l’aumento delle persone che finiscono a vivere in strada o in condizioni precarie.

Al tempo stesso vogliamo ringraziare le tante persone che stanno donando tempo e risorse economiche a favore dei poveri. Ognuno infatti può intervenire, aiutando in diversi modi. Per questo la Comunità di Sant’Egidio lancia un appello urgente per portare coperte, cappelli di lana, sacchi a pelo ed altri generi di conforto utili ad affrontare il gelo notturno o anche per aggiungersi ai volontari che già effettuano l’assistenza ai senza dimora. È possibile farlo portando gli indumenti e le coperte o dando la propria disponibilità presso la nostra sede in piazza Partigiani, aperta martedì giovedì venerdì e sabato mattina dalle 9:00 alle 12:00 (info: 3515289530)”.

Articoli correlati

Commenti