“Il Paniere delle Eccellenze”: un Natale di amore e bontà

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA  – Non sarà probabilmente un Natale come gli altri, ma potrà essere comunque un Natale di amore e solidarietà.  Con il mese di dicembre torna “Il Paniere delle Eccellenze”, l’iniziativa della Fondazione ANT che coinvolge oltre 75 aziende, che hanno donato i propri prodotti per confezionare i panieri e raccogliere fondi per garantire l’assistenza medico domiciliare ai malati oncologici. Giunto alla sua decima edizione, il progetto solidale gode del patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Perugia e del Comune di Perugia, oltre che del sostegno di ColdirettiUmbria, Confagricoltura e Aiab. 

Scegliere i regali solidali ANT è un’occasione piacevole e golosa per contribuire, donando ad altre famiglie e ad altri malati di tumore la possibilità di restare a casa per le Feste, protetti e accuditi dai professionisti della Fondazione.

In Umbria è possibile trovare i prodotti del Paniere delle Eccellenze (splendide confezioni con prodotti gastronomici regionali) in tantissimi formati. Borsette di varie dimensioni e tante cassette sono solo alcune delle possibilità per sostenere ANT e, al contempo, fare una sorpresa alle persone amate.

I doni ANT si trovano online nell’apposita sezione “Regali Solidali” del sito ant.it./store/umbria.  Quanto ordinato verrà consegnato gratuitamente a casa, in tutta sicurezza. I Regali Solidali saranno inoltre disponibili anche nelle piazze e nel Charity Point ANT di Perugia, in via dei Filosofi 74. È possibile ordinare anche telefonicamente chiamando la delegazione Umbria al 342 7662550 oppure allo 075 9662505. Per chi vorrà dare una mano ad ANT è infine possibile organizzare “gruppi di acquisto solidale” di vicinato o punti di ritiro presso il proprio esercizio commerciale. Tutte le informazioni sono disponibili su ant.it. 

In questo modo i tradizionali doni delle Feste possono diventare un regalo prezioso per chi, più di altri, deve poter rimanere a casa proprio adesso: le persone malate di tumore, le più fragili ed esposte a possibili contagi daCovid-19, di cui si prende cura ANT. In questo periodo di emergenza sanitaria proteggere i pazienti oncologici e le loro famiglie è stata la priorità per gli oltre 250 medici, infermieri e psicologi della Fondazione che ogni giorno – da Nord a Sud – portano cure, medicazioni e assistenza in quello che per un malato è il posto più sicuro: casa.

“In questo 2020 abbiamo imparato a non dare nulla per scontato, la nostra salute, gli affetti, perfino le strette di mano. Questo Natale sarà diverso dagli altri, più raccolto e forse di maggiore riflessione. E ancor più degli altri anni non potrà mancare un pensiero e un gesto concreto per chi soffre ogni giorno, per quelle persone fragili che da sempre, e da marzo con tutte le nostre forze, vogliamo difendere dagli effetti devastanti della pandemia: le persone malate di tumore, i nostri anziani, le persone immunodepresse e con patologie croniche – è l’appello del Presidente ANT Raffaella Pannuti –. Un semplice regalo di Natale quest’anno può fare davvero la differenza e consentirci di arrivare in tutte quelle case dove il bisogno di cura è urgente e quotidiano. Perché la casa, come ha detto di recente anche il ministro Speranza, deve diventare il primo luogo di cura. Insieme possiamo far sentire meno solo chi soffre, a Natale e ogni giorno dell’anno”.

Articoli correlati

Commenti