Trasimeno Prog: 4 chiacchiere a casa di…Patrizio Fariselli

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

Domani, 9 dicembre, alle ore 21:30, nuova puntata della rubrica di Trasimeno Prog “4 chiacchiere a casa di”. Per l’ottavo appuntamento sarà ospite il maestro Patrizio Fariselli.

Nato in una famiglia di musicisti; il nonno Adamo clarinettista; il padre Terzo compositore, trombonista, contrabbassista, membro dell’orchestra di Henghel Gualdi e titolare dell’Orchestra Fariselli; lo zio Armando valente violinista; il fratello Stefano sassofonista e flautista e la sorella Loretta una danzatrice di talento. Ha studiato pianoforte al Conservatorio G. Rossini di Pesaro dove viene scelto dal Maestro Sergio Cafaro, che suonò sotto la direzione di Stravinskij, Hindemith e Boulez.

Nel 1972 è tra i fondatori degli Area, gruppo tra i più importanti del panorama musicale italiano e sarà l’unico componente presente in tutti i lavori della band; con loro si esibisce per circa un decennio in innumerevoli concerti soprattutto in Italia mentre rare sono le esibizioni all’estero; in Francia, in Portogallo, e nel 1978 a Cuba, al Festival Mondiale della Gioventù.

Nel 1977 incide Antropofagia, un disco di sperimentazione al pianoforte ristampato su CD soltanto nel 2013 da Sony Music.

Dagli anni ottanta si dedica alla musica per cinema, teatro, danza e televisione; in quest’ambito vince il Ciak d’oro per Ivo il tardivo di Alessandro Benvenuti, il 1° premio all’Holland Film Festival di Utrecht per il cortometraggio The Horseman di Michel Fuzellier, e il 1°premio al concorso internazionale de Il Cairo con la trasmissione RAI l’Albero Azzurro dell’edizione 1990-94. Successivamente intensifica l’attività concertistica esibendosi al pianoforte e con live electronics, in solo, o in diverse formazioni jazz.

Contemporaneamente pubblica con la sua etichetta Curved Light i dischi Chernobyl 7991, Lupi Sintetici e strumenti a gas, Area-Variazioni per pianoforte, Acqua liquida suite, Notturni. Per alcuni anni collabora con Roberto Vecchioni accompagnandolo in decine di concerti e registrando due album.

Nel 2000 produce una collana di CD di musica strumentale per bambini, corredati di libri illustrati dalla figlia Cleo Fariselli: La Musica delle cose e degli animali.  Insieme alla moglie Cristina Bergo è autore della serie di cartoni animati a soggetto musicale

Taratabong, prodotti dalla RAI, che nel 2009 vince il 1° premio internazionale a Cartoons on the bay. Nel 2008 esce il suo libro autobiografico Storie elettriche e per Sony Classical il cd Piccolo Atlante delle Costellazioni Estinte.

Lo ricordo all’Università per stranieri di Perugia durante una commemorazione dell’indimenticabile Demetrio Stratos; dopo un intervento dell’attore perugino Filippo Timi deliziò il pubblico presente con estratti, in piano solo, dall’album Area-Variazioni per pianoforte, nell’aprile del 2010 e qualche mese dopo, in un concerto alla rassegna “La Città Aromatica” a Siena, assieme a Tavolazzi, Tofani, Tamborrino ed il figlio di Giulio Capiozzo, Christian, per una fugace apparizione, con l’ospite aggiunto Mauro Pagani (anche direttore artistico del festival), per una delle prime esibizioni della reunion degli Area.

Poi altra incarnazione degli Area ancora con gli storici Tavolazzi e Tofani e con Walter Paoli e Maria Pia De Vito; la prima esibizione di questo progetto, a cui partecipai, al teatro Mancinelli di Orvieto, il 9 marzo 2012.

Nel 2016 ha formato il gruppo Area Open Project assieme a Claudia Tellini, Marco Micheli e Walter Paoli; nel 2018 ha pubblicato 100 Ghosts, in cui, oltre a brani originali, propone rielaborazioni di musiche arcaiche.

La formazione Area Open Project ha recentemente pubblicato un doppio cd con dvd registrato durante un’esibizione tenuta in Giappone nel maggio del 2019; il disco si intitola Live in Japan.

Parte della performance, gli ultimi due brani, sono eseguiti con la presenza sul palco degli Arti & Mestieri Essentia, anche loro protagonisti di un concerto nella stessa serata.

La chiacchierata sarà l’occasione per raccontare non solo il periodo degli Area ma anche per conoscere più da vicino un’artista impegnato su molteplici fronti musicali, dalla carriera solista alla musica per film, al jazz, alla classica.

Seguite la diretta Facebook alle 21:30 di mercoledì oppure rivedetela con calma dal giorno successivo sul canale YouTube di Trasimeno Prog.

#stayprog

Articoli correlati

Commenti