Ad Assisi feste di Natale ammaliati dai giochi di luce del videomapping

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

ASSISI – Le luce disegna. La luce articola e i suoi colori squarciano il buio invernale per rendere ad Assisi sulla sommità dove si erge la basilica superiore, le immagini della realizzazione del primo presepe, avvenuta a Greccio nel 1200. L’appuntamento con il videomapping, giochi di luce che affabulano il fruitore, è tutti i giorni sino al 6 gennaio. indicativamente dalle 17 alle 22. Assisi è stata rivestita di luci scenografiche che vogliono far vivere in maniera innovativa ai tanti turisti che continuano ad affollarne le strade la bellezza dei simboli del Natale, a cominciare dal Presepe.

L’intero progetto è a cura dell’architetto Marco Capasso, per la direzione artistica di Mario Cucinella. Visibili dalla valle anche la basilica di Santa Chiara, Rocca Maggiore e Rocca Minore, la Torre Civica della piazza del Comune, il Monte Frumentario. Nel videomapping ad Assisi, e nello specifico alla Basilica di San Francesco, ogni mezz’ora, dalle 17 alle 22, il Presepe viene spento per proiettare un video sulla facciata della Basilica Superiore che, grazie alla computer grafica, permette allo spettatore di vedere l’interno del complesso monumentale.

Articoli correlati

Commenti