Firmato oggi il decreto: per lo spettacolo dal vivo altri 15,9 milioni di euro per attori, cantanti, musicisti, danzatori e maestranze

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

Per lo svolgimento di spettacoli non andati in scena tra il 23 febbraio e il 31 dicembre 2020 Dario Franceschini ha firmato in queste ore il decreto che aggiunge 15,9 milioni di euro per i ristori destinati ad attori, cantanti, danzatori, musicisti, coristi, artisti circensi e maestranze scritturati da teatri, orchestre, fondazioni lirico sinfoniche e spettacolo viaggiante. I fondi sono così ripartiti:  7,1 milioni di euro per il sostegno degli scritturati per spettacoli di musica, danza e circo e 8,8 milioni di euro per il sostegno degli scritturati per spettacoli teatrali.

“Un provvedimento afferma il ministro Franceschini – che dà risposte alle tante domande ricevute dalla direzione spettacolo dal MiBACT e che rafforza le misure già approvate a novembre che da 20 milioni di euro arrivano così a circa 36 milioni di euro per queste categorie”.

Il decreto è stato trasmesso agli organi di controllo e sarà disponibile sul sito beniculturali.it al momento della registrazione.

Articoli correlati

Commenti