Terni: centro sportivo privato a Maratta, approvata la convenzione

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

TERNI –  La Giunta comunale, su proposta dell’assessore all’urbanistica Leonardo Bordoni, ha approvato il progetto delle opere di urbanizzazione e lo schema di convenzione per la realizzazione del nuovo impianto sportivo polifunzionale privato a Maratta, accanto al parco Chico Mendes. L’impianto comprenderà campi da tennis, da paddle e due piscine, una delle quali da 50 metri per 25.

L’area fotografata dall’alto

 

Il progetto: verde pubblico

 

“Oltre all’importanza anche a livello pubblico del progetto proposto dalla società Fogliani Immobiliare s.r.l. che contribuirà – dice l’assessore Leonardo Bordoni – a rendere la città più attrattiva nel settore sportivo in ambito nazionale in linea con quanto indicato dai nostri programmi e a qualificare ulteriormente l’area dei laghi di Maratta, è opportuno sottolineare che la convenzione prevede che la stessa società fornirà gratuitamente al Comune di Terni un modulo prefabbricato edilizio da adibire a plesso scolastico quale opera di interesse pubblico, da collocarsi a discrezione dell’amministrazione comunale, in aree pubbliche. L’obiettivo è di usarlo per ospitare provvisoriamente alunni e classi di istituti scolastici mentre si eseguono i lavori di manutenzione programmati su quegli edifici, secondo le modalità concordate con l’assessorato ai lavori pubblici”.

Parcheggi

Inoltre le opere di urbanizzazione dell’area con la realizzazione di parcheggi e verde pubblico sono a carico della stessa società che realizzerà l’intervento.
“L’amministrazione comunale – dice l’assessore Bordoni – sta portando dunque a compimento un iter complesso che ha consentito di giungere a una convenzione che prevede opere di urbanizzazione inerenti l’intervento edilizio oggetto della convenzione pari a 435mila euro, oltre alla fornitura del modulo di edilizia scolastica, attraverso una procedura partita proprio dal riconoscimento dell’interesse pubblico del progetto”.

Articoli correlati

Commenti