“The Umbrian Chronicles”, il videogioco fa tendenza: già duemila download

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

SPOLETO – Ne abbiamo parlato, annunciandolo, il mese scorso e in pochi giorni “The Umbrian Chronicles” sta già interessando molti amanti del videogioco. Possiamo vista che, vista la natura del progetto, sta già facendo tendenza nello store di Google visto che ad oggi sono stati oltre 2000 i download. E’ stato realizzato per promuovere e far conoscere la rete di 11 realtà museali e istituzioni del territorio di Spoleto e della Valnerina e finanziato grazie al contributo regionale legato al progetto “Connessioni museali: tra valli e monti, borghi e città”.

Presentato dal Comune di Spoleto in qualità di capofila, “The Umbrian Chronicles” rende giustamente orgogliosa AdaUrbani, assessore alla Cultura del Comune: La forza di “Connessioni museali” sta proprio nella capacità del progetto di coinvolgere musei e istituzioni avendo come riferimento un territorio, parliamo di Spoleto e della Valnerina, ricco di storia e di riferimenti culturali di grande interesse ha detto   – . The Umbrian Chronicles fornisce una veste ludica a questo patrimonio di conoscenza, trasferendo in una dimensione nuova, quella appunto del videogioco luoghi, personaggi e racconti. Siamo molto soddisfatti dei buoni risultati ottenuti in questo primo periodo”.

The Umbrian Chronicles è un’opera ludica narrativa che racconta la storia di Ponzia, una critica d’arte a cui è stato chiesto di scrivere un articolo sulla vita culturale del territorio di Spoleto e su alcuni luoghi della Valnerina. Il giocatore potrà seguire la protagonista durante il suo viaggio e conoscerà con lei la storia di questi luoghi incontrando personaggi storici, visitando musei e scoprendo miti e racconti. Durante la sua avventura Ponzia scoprirà che dentro la storia di quei luoghi si nasconde anche quella delle sue origini. 

La genesi del gioco è stata anche oggetto di un incontro con gli studenti della classe IV-A del Liceo Classico Pontano-Sansi di Spoleto che hanno partecipato ad un progetto di alternanza scuola-lavoro e il gruppo di lavoro della Ega Entertainment, la società che si è occupata dello sviluppo del videogioco.

Nei prossimi appuntamenti gli stessi ragazzi, dopo aver visionato la storia e i contenuti culturali inseriti, verranno coinvolti nell’ideazione e realizzazione di un minigioco tematico che diventerà parte integrante del percorso ludico. 

 

Articoli correlati

Commenti