“La musica che gira intorno” colonna sonora della nostra vita con Fiorella Mannoia su Rai 1

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
fiorella mannoia

Un connubio di talento musicale e di talento femminile, come donna, simbolo di coraggio, gentilezza, sobrietà e carisma. Così Stefano Coletta (direttore Rai 1) ha descritto stamani in conferenza stampa Fiorella Mannoia che torna in prima serata su Rai 1 per una doppia serata tra musica e parole domani (15 gennaio) e il prossimo 22 gennaio alle ore 21.25, in onda dal Teatro 1 di Cinecittà World.

In scena La musica che gira intorno, programma che celebra – in un momento di grande difficoltà per questo campo – la musica come valore aggiunto nella quotidianità di ognuno di noi. Un modo e un palinsesto che vogliono spingere lo spettatore a reagire, nonché dare un messaggio forte di unione e condivisione che vedrà, ospiti dell’artista romana, una schiera di suoi colleghi (non solo cantanti, ma anche personaggi del mondo del teatro, del cinema e del piccolo schermo) che dialogheranno con lei in musica: Claudio Baglioni, Alessandro Siani, Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Giorgio Panariello, Marco Mengoni, Marco Giallini, Giorgia, Edoardo Leo, Andrea Bocelli, Sabrina Impacciatore, Achille Lauro, Gigi D’Alessio, Ambra Angiolini, Samuele Bersani, Flavio Insinna e Luciano Ligabue.

fiorella mannoia
foto di Roberto Panucci

D’altronde, come ben sottolineato anche da Claudio Fasulo (vicedirettore Rai 1), “la musica è l’unica arte in grado di accompagnarci per mano costantemente e che, come poche, riesce a essere dentro di noi”. E così, questo grande lavoro di squadra guidato dal regista Duccio Forzano ci condurrà all’interno di un viaggio nelle canzoni e nella narrazione interpretata da Fiorella e dagli ospiti dello show, con il fermo intento di farci emozionare e riflettere su noi stessi, rievocando i ricordi più importanti delle nostre storie, personali e collettive.

fiorella mannoia
foto di Roberto Panucci

Il titolo del programma prende spunto dall’omonima canzone di Fossati del 1983, un omaggio che Ivano pare aver molto gradito, perché, come ha spiegato la Mannoia “la musica gira e non si ferma mai”, riferendosi così anche a brani d’altri tempi, non solo alla musica di ultima generazione. La musica a trecentosessanta gradi, senza limitazioni spazio-temporali, in grado di rievocare ricordi, sapori, odori. “C’è musica per la testa, che fa pensare, c’è musica per il cuore, che fa emozionare, c’è musica per le gambe, che trasmette allegria e fa ballare – dichiara ancora – Ci sono parole per le canzoni e ci sono parole che diventano storie da raccontare… le nostre storie… la nostra musica”. 

fiorella mannoia
foto di Francesco Scipioni

Immensa la gratitudine di Fiorella per gli artisti da cui non ha ricevuto nemmeno una defezione e che, anzi, hanno accettato con enorme entusiasmo di salire con lei su questo importante palco. Un entusiasmo che per lei è “attestato di amicizia, di stima, di condivisione” che l’ha molto emozionata, anche commossa.

E a noi non rimane che attendere ancora poco per poterci unire, seppur seduti nella propria casa, a questa voce corale di ottimismo, forza e vigore in attesa (e con l’auspicio) di giorni migliori.

fiorella mannoia
foto di Francesco Scipioni

Curiosità – Gli ospiti della seconda serata verranno svelati nei prossimi giorni ma Fiorella una piccola anticipazione che la rende felice la fa: con lei il 22 gennaio, tra gli altri, vedremo anche Zucchero Sugar Fornaciari.

 

Articoli correlati

Commenti