Messaggi di cordoglio per la morte di Franco Bozzi

Condividi su facebook
Condividi su twitter

PERUGIA – La triste notizia l’abbiamo data stamani, assieme al ricordo commosso che di Franco Bozzi ha fatto l’amico Franco Venanti. Nell’arco di queste ore cominciano ad arrivare note di cordoglio e dolore per la scomparsa di questo intellettuale marchigiano legatissimo a Perugia dove ha iniziato gli studi universitari per poi restare per tutta la vita.

Iniziamo con il Comune di Perugia. “Il sindaco Andrea Romizi e l’assessore alla Cultura Leonardo Varasano, insieme a tutta l’amministrazione comunale, esprimono il cordoglio della città per la scomparsa del professor Franco Bozzi, avvenuta nei giorni scorsi. Se ne va un punto di riferimento della cultura della nostra città – si legge nel messaggio – un intellettuale capace di spaziare, con i suoi studi e le sue opere, dalla storia all’arte, dalla politica e la società al teatro. Storico, insegnante e uomo di profonda cultura, il professor Bozzi è stato attivo e prezioso animatore dell’Associazione Porta Santa Susanna. Per tutta la sua vita, inoltre, è stato animato da un significativo impegno politico, che lo ha portato anche a ricoprire incarichi istituzionali. Alla famiglia, la vicinanza del Comune di Perugia e dell’intera città”.

Anche Anci Umbria a nome di tutti i sindaci, “si unisce al dolore per la scomparsa del professor Franco Bozzi, figura di riferimento della cultura umbra, e più in generale italiana. Uomo colto, riservato, dalle straordinarie doti umane e capacità professionali, Franco Bozzi ha lasciato un grande segno nella nostra società, in tutti noi: l’Umbria perde un pezzo importante della sua storia. Alla moglie, alle figlie, a tutta la famiglia, giungano le nostre più sentite condoglianze”. Le firme sono quelle del presidente f.f. Anci Umbria Michele Toniaccini e del segretario generale Anci Umbria Silvio Ranieri.

Articoli correlati

Commenti