Assisi si mobilita per il Giorno della Memoria: ecco le iniziative

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

ASSISI –  È ricco di momenti significativi il programma per il Giorno della Memoria del 27 gennaio. Gli eventi sono organizzati dalla diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino, il Comune di Assisi e il Museo della Memoria Assisi 1943-1944, ideato nel 2011 da Marina Rosati e sostenuto dalla Fondazione diocesana Opera Casa Papa Giovanni; con il patrocinio di Regione Umbria e Assemblea legislativa della Regione Umbria. 

“Quest’anno – spiega Marina Rosati – non abbiamo potuto organizzare momenti in presenza ma, grazie alla collaborazione con le varie istituzioni che ringrazio sentitamente, avremo modo di ricordare, testimoniare e fare memoria partendo dalla straordinaria storia di Assisi che verrà raccontata attraverso un documentario realizzato da Maria Vision. Sarà un tour virtuale del nostro Museo in vista di riaprire e ricominciare i laboratori e percorsi formativi con le scuole che possono comunque seguire gli eventi attraverso sito internet e social”.

Il programma 

Si comincia mercoledì 27 gennaio alle 11 con la proiezione del documentario sul Museo della Memoria realizzato da Maria Vision. Seguiranno i saluti del sindaco Stefania Proietti, il Vescovo Mons. Domenico Sorrentino, il direttore dell’Ufficio Scolastico Regioanle Antonella Iunti con le conclusioni affidate alla Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei.

Nel pomeriggio, alle 16,30 verrà presentato il libro racconto “Il Castelletto” scritto da Mjriam Viterbi (ebrea salvata in Assisi).  Seguiranno i saluti di Marco Squarta, Presidente dell’Assemblea legislativa Regione Umbria, il Vescovo Mons. Sorrentino. Sono prevsiti interventi di Claudio Sebastiani, responsabile Ansa Umbria e Marina Rosati, responsabile Museo della Memoria ‘Assisi 1943-1944’.

A conclusione musiche ebraiche eseguite dal soprano Laura Cannelli, accompagnata dal vescovo Mons. Sorrentino e da Fausto Pertconi.

Gli eventi proseguono il giorno seguente, giovedì 28 gennaio alle 16,30 con ‘nuovi testimoni’, “Io figlio di un rifugiato, nato in una clausura assisana”, Francesco Clerici racconta. Sono previsti i saluti del sindaco Proietti e di Daniela Fanelli, direttrice Opera Casa Papa Giovanni. In collegamento le suore del Monastero di Santa Croce dove la famiglia Clerici venne accolta e salvata. 

Per l’occasione dal 25 al 31 gennaio dalle pagine Facebook e Instagram della Biblioteca comunale di Assisi sarà possibile seguire dei percorsi culturali organizzati in collaborazione con Sistema Museo. In particolare alle ore 11 verrà trasmesso “Ti presento un libro” con bibliografie scelte e alle ore 17 “Leggere la memoria” con letture tematiche.

Per tutta la settimana sarà allestito uno scaffale telematico.

Tutti gli eventi saranno visibili sul sito www.diocesiaasis.it e sui canali social (pagina FB e Youtube) della Diocesi, pagina Facebook del Museo della Memoria e del Comune di Assisi.  

Per informazioni rivolgersi a “Museo della Memoria Assisi 1943-1944’, Assisi presso il Santuario della Spogliazione, Palazzo Vescovile. 

Tel 075/812467 – 075/812483 – 339 6378067. assisimuseodellamemoria@gmail.com

 

Articoli correlati

Commenti