Il “Centro studi Malfatti” chiede una relazione di metà mandato al sindaco di Terni

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

TERNI – Il Centro Studi Malfatti chiede in cinque punti risposte alla giunta di Terni alla scadenza di metà mandato amministrativo.

“Siamo arrivati – premette il Centro Studi nel suo documento – a metà mandato del sindaco Leonardo Latini al timone dell’amministrazione municipale di Terni, dove siamo coscienti della complicata situazione ereditata al momento dell’insediamento e la difficile realtà economica ancor più aggravata dal Covid 19 non hanno aiutato la nuova amministrazione.
Chiamo al Sindaco di relazionare in quanto:

1) Si susseguono notizie di importi rilevanti di nuova situazione debitoria a partire dalla gestione
della nuova amministrazione da lui presieduta, ove maggioranza e opposizione ognuno dà una  versione dei fatti;

2) Presunte lettere da parte della Corte de Conti;

3) Situazione lavori di alcune opere pubbliche: Palasport dove ancora non sono stati demoliti le strutture presenti nell’area con sicura ritardo dell’opera, completamento lavori Fontana in Piazza Tacito, tempi di affidamento e speriamo conclusione lavori variante via Urbinati/ voc Staino, stato dei lavori con certezza della riapertura del Parco Cardeto, tutte opere sempre proclamate dagli assessori ma che ancora nessuna è stata ultimata.

4) ) Un piano per il rilancio dell’economia locale sempre per quanto di competenza municipale, e lotta alla povertà,sostegno e servizi rivolti ai diversament eabili e malati.

5) Punto di quanto realizzato del programma.

Crediamo – conclude il Centro Studi – che i cittadini abbiano diritto di sapere dal Sindaco quanto sopra elencato e non da comunicati spot e self su vari social da parte degli assessori, sicuramento una dettagliata spiegazione di cio’ eliminerebbe nei cittadini un senso di abbandono a se stessi, con la seguente eliminazione di notizie fuorvianti. Una conferenza stampa pubblica sarebbe la cosa ideale. Aspettiamo con ansia, ma certi che il Sindaco soddisferà le nostre richieste”.

Articoli correlati

Commenti