Viabilità: il punto (interrogativo) sul ponte di Montemolino

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

TODI – La consigliera della Provincia di Perugia, Erika Borghesi, chiede di conoscere: “tempistiche, finanziamenti e soluzione progettuale per il ponte di Montemolino” in considerazione della “circolazione delle persone e delle merci, non solo tra Todi, Fratta Todina e Monte Castello di Vibio, ma anche per tutti i comuni della media valle del Tevere“. 

Nella scorsa legislatura – spiega Borghesi – la Giunta regionale aveva affrontato la questione, finanziando ed affidando tramite la Provincia di Perugia, uno studio di fattibilità per la realizzazione di un nuovo ponte, il tutto corredato da una dettagliata relazione tecnica illustrativa e da relativo quadro economico. Sono state valutate due proposte alternative per l’adeguamento del ponte alle normative vigenti: adeguamento del ponte con consolidamento delle pile del ponte attuale e la sostituzione dell”impalcato esistente e realizzazione di una variante del tracciato con la costruzione di un nuovo ponte a travata continua oppure ad arco con due tipologie di piattaforma stradale C1 e C2. Lo scorso 28 dicembre, rispondendo ad un question time della consigliera Peppucci, l’assessore regionale Enrico Melasecche ha affermato che l’esecutivo regionale era impegnato nel valutare il più razionale dei tre progetti e si stava adoperando presso Cassa Depositi e Prestiti per ottenere i finanziamenti necessari alla realizzazione del progetto”.

“E’ passato oltre un mese – conclude Borghesi – e non sembra ci siano stati progressi né sul piano progettuale, né per quanto riguarda i fondi. Serve però accelerare perché si tratta di un’opera strategica per l’area. Per questo vogliamo conoscere dall’assessore Melasecche lo stato dell’arte”.

Foto di copertina: iltamtam.it

Articoli correlati

Commenti