De Luca (M5S): “Assurdo chiedere proposte per il Recovery Plan ai partiti piuttosto che alla comunità umbra”

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
PERUGIA - "Conta più la tessera di partito che avere buone idee" dice il capogruppo in assemblea legislativa del Movimento 5 Stelle, Thomas De Luca, “a seguito della mail inviata dalla presidente della Regione, Donatella Tesei in cui chiede ai partiti di esporre i loro progetti per il Recovery Plan dell'Umbria entro il 24 febbraio”. "E' assurdo – secondo De Luca - che la presidente Tesei chieda i progetti del Recovery Plan ai partiti invece che alla comunità umbra. Prendiamo atto che alla Giunta regionale non interessa la meritocrazia e avere buone proposte, né il processo partecipativo con le forze sociali e istituzionali del territorio. Conta solo l'appartenenza a questo o quel partito. Come denunciamo ormai da mesi, il torpore che questa regione sta vivendo a causa della mancanza di un dibattito sul suo futuro rischia di mandare in fumo le
possibilità di sviluppo previste con il Piano nazionale di ripresa e resilienza”. “Invece di aprire un dibattito pubblico e trasparente – prosegue - con le parti produttive ed economiche, con gli ordini professionali, le rappresentanze sindacali, civiche e associative di questa regione, avendo deciso il futuro dell'Umbria nelle segrete stanze, all'oscuro dei rappresentanti politici eletti dai cittadini e senza alcuna condivisione con la comunità umbra, adesso la presidente Tesei chiede ai partiti di indicare i progetti ritenuti strategici per l'Umbria. Un metodo che viene nuovamente contestato anche dalle stesse forze di maggioranza, alle quali si chiede in pochi giorni di indicare singoli progetti, senza una visione complessiva delle risorse e di come le si vuole impiegare, senza il coinvolgimento della comunità umbra".

Articoli correlati

Commenti