Escursioni, cultura, musica nel mondo con Massimiliano Cremona

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA – Massimiliano Cremona è guida ambientale escursionistica, ma anche cantautore, ricercatore, appassionato d’arte, scrittore.

Originario di Verbania, ha conosciuto l’Umbria in cui è arrivato a tracciare per la prima volta “La Via del Trasimeno” nel 2016, insieme ad un gruppo di amici che hanno creato l’Associazione di promozione sociale “Camminare Guarisce”, e sempre insieme hanno deciso di camminare intorno al Trasimeno ideando un percorso di 160 km diviso in sette tappe; un lungo itinerario ad anello, che attraversa dolci colline, uliveti, vitigni e da cui non si perde mai di vista lo splendido specchio d’acqua. Nel 2019 Massimiliano Cremona, con Fabrizio Pepini ideatore di questo cammino, ha pubblicato la guida cartacea “La via del Trasimeno a piedi” (Ediciclo editore).

Il desiderio di conoscere la nostra regione è cresciuto nel tempo e si è trasformato sempre più in esplorazione sia a livello di ricerca d’itinerari nuovi che a livello culturale: numerose sono le abbazie, i borghi, i castelli, i corsi d’acqua che l’Umbria nasconde e Massimiliano Cremona con libri di storia e carte geografiche alla mano, crea percorsi ad anello, per poter riportare all’attenzione dei camminatori le bellezze del territorio. Ma nelle escursioni di Cremona non mancano visite a cantine vinicole, a frantoi, ad aziende agricole che attraverso il vino, l’olio, il cibo, narrano tradizioni antiche e cultura locali. Quando i cammini diventano di più giorni nello zaino di Massimiliano Cremona c’è un chitarrino (immancabile compagno del Cammino di Santiago) che al momento giusto suona per rimettere al centro la musica che diventa elemento di condivisione e spensieratezza.

Tra escursioni giornaliere, Trasimeno Tour (cammino di 7 giorni) e Trasimeno Light (percorso di 3 giorni), è difficile quantificare le escursioni proposte fino ad oggi. Indubbiamente, in questa difficile fase di pandemia le uscite sono state inferiori, legate ai DPCM e alle nuove regole di distanziamento sociale; eppure è aumentato il desiderio di camminare, proprio nell’ultimo anno, durante l’emergenza sanitaria causata dal Covid 19.

Sono emersi nuovi bisogni per i camminatori ed i benefici dello stare all’aria aperta sono stati percepiti ed apprezzati in quanto molteplici: contrastare il senso di solitudine, la sedentarietà che ne è derivata, l’assenza di relazioni.

In cantiere per i prossimi mesi Massimiliano Cremona ha già diverse proposte nella speranza che l’Umbria ritorni ad essere gialla, e ancor meglio bianca. Intanto il suo lavoro prosegue con sopralluoghi, ma anche con la realizzazione di una nuova impostazione grafica, infatti, è nato anche un logo che ci racconta così: “Grazie alla pazienza e alla competenza di Aram M. Kalaydjian, che lo ha realizzato, dopo un lungo lavoro di affinamento dell’idea iniziale siamo arrivati a un risultato che compendia in una sola immagine tutte le sfaccettature del mio modo di intendere l’escursionismo. Anzi, abbiamo fatto molto di più, creando un logo che riunisce tutte le mie attività, che si possono tradurre in tre parole: Escursioni, Cultura e Musica.

Il logo è composto di quattro simboli:

  1. La Bussola indica l’Eescursionismo e il nord è stato sostituito dalle mie iniziali.
  2. La Chitarra simboleggia la Musica e preannuncia una mia proposta futura: le escursioni a tema musicale.
  3. Il Castello indica la storia, l’arte, la Cultura e condensa la mia idea di escursionismo culturale.
  4. Il Calice di vino, infine, non può che rimandare alle tanto amate camminate con Degustazione”.

 

Per saperne di più: https://www.facebook.com/massimilianocremonaguida

 

Articoli correlati

Commenti