La danza è vita e come Jalila, capelli rosso passione e insegnante, non si ferma mai

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA – La Danza è Vita: quante sfumature racchiudono queste parole? A passo di danza si raccontano storie, si sogna, si ride e si piange, ci si mette alla prova, si dà forma con il corpo al proprio mondo interiore. Danziamo per emozionarci ed emozionare, danziamo per noi stessi ma anche per comunicare.

C’è chi lo fa per semplice svago o per mantenersi in forma e chi ne ha fatto una professione.

C’è poi chi lo fa per tutti questi motivi e continua a danzare anche in questo momento così difficile, perché la “danza è vita” non è solo un modo di dire e quelle sale vuote un tempo echeggianti musica e risate proprio non riesce a mandarle giù.

E’ la storia di Elisabetta Ricci, in arte Jalila, una vita dedicata a quest’arte, insegnante di danza orientale e fusion da 17 anni, attualmente presso la scuola di danza Mov’It di Perugia, organizzatrice del “Bellyfusion Festival”, primo festival internazionale di danza orientale in Umbria, fondatrice del gruppo spettacolo “Jalila Artist & Fusion Show Academy”e ora unica insegnante certificata in Umbria di Sensual Dance Fit, un particolarissimo format ideato dalla famosa ballerina, coreografa e giudice di Ballando con le Stelle, Carolyn Smith.

Vulcanica come il rosso fuoco dei suoi capelli, Jalila parla con travolgente entusiasmo di questo innovativo progetto conosciuto proprio durante il periodo del lockdown: “è stato, come per tutti, un periodo duro che ha cambiato la mia vita – ci racconta – ero abituata a organizzare eventi ed insegnare in giro per l’Italia e per il mondo, sentivo che quella non ero più io”.

Elisabetta però non si dà per vinta: viene selezionata per partecipare  in qualità di danzatrice al film di Federico Menichelli  “Perugia for the World”, a cura dell’Associazione dei mestieri del Cinema Umbri e Studio Lumière, girato proprio durante i mesi di lockdown, il cui teaser è stato presentato alla mostra internazionale del cinema di Venezia e al Roma Film Festival.

Decide di non fermarsi e fonda con un gruppo di altre artiste il movimento “La Danza è Vita”, un “progetto in tour” che si presenta come “un movimento di donne, unite per riconquistare la libertà e portare un messaggio di coraggio e speranza  alle maestre e alle danzatrici di tutta Italia”.

Insieme alle artiste ed insegnanti di danza orientale Emanuela Camozzi da Mestre, Aziza Abdul Ridha di Torino, Cinzia Ravaglia di Imola, Antonella Messina di Biella e Federica Vianello dal Piemonte, Elisabetta porta la voce della danza e delle insegnanti nelle piazze, aderendo a varie manifestazioni, come ad esempio Bauli in Piazza a Roma, dove era tra le oltre 1500 persone schierate per ricordare al governo e al mondo che sono ormai più di 400 i giorni di fermo per i lavoratori dello spettacolo.

Oggi più che mai è importante credere nei propri sogni” e cos’è la danza se non il coronamento di uno di questi? E prosegue: “l’online è stata una risorsa ma la danza ha bisogno della sala per non essere snaturata nella sua essenza. Servono più diritti e quelle soluzioni che per molti altri settori sono state trovate, maggiore chiarezza sulle regole e tutela soprattutto delle associazioni sportive dilettantistiche, non solo degli atleti agonisti”.

Ciò che Elisabetta tiene a sottolineare è la capacità della danza di essere cura per corpo e anima, fonte di gioia e benessere. Ed è proprio questo l’aspetto che per primo l’ha attirata verso la Sensual Dance Fit: “sono rimasta subito folgorata da questo progetto di Carolyn Smith, una disciplina che unisce la danza al fitness ad una gestualità femminile sensuale e aggraziata volta ad aiutare le donne a credere di più in se stesse, a tirare fuori la propria unica bellezza, in condivisione con altre donne. Da insegnante di danza orientale vi ho riconosciuto i miei valori e la mia mission personale”. Da lì alla formazione insegnanti e al brevetto il passo è stato breve e ora c’è una sede ufficiale di Sensual Dance Fit gestita dall’Asd Jalila e le Follie d’Oriente presso la scuola Asd Tentazione Danza di Torgiano, dove lo scorso settembre si erano iscritte circa 40 persone, ora in attesa di poter ricominciare.

 

Rivolta a tutte le donne indistintamente senza limiti di età, corporatura e livello di allenamento, la Sensual Dance Fit è il primo programma pensato per le donne che desiderano riscoprire la propria sensualità, eleganza e femminilità; un percorso per ritrovare se stesse, amarsi di più, mettersi in gioco all’insegna dalla frase cardine di tutto il progetto: “I’m a woman first”, prima degli impegni, dello stress, della forma fisica, dell’età, prima di tutto, “sono una donna”.

Commovente è la nascita di questo progetto, raccontato dalla stessa Carolyn in una video intervista sul sito ufficiale: come molti sanno la famosa ballerina ha lottato negli ultimi anni contro un tumore. Senza giri di parole racconta della perdita di fiducia e della disperazione e di come guardandosi allo specchio non vedesse più una donna ma solo un corpo malato, lo stesso specchio però che le ha dato la forza di reagire iniziando a compiervi davanti passi di danza, per riappropriarsi di se stessa e della propria femminilità, a dispetto di tutto. Prima piccoli movimenti, magari con l’aiuto di una sedia per la fatica di stare in piedi, una sedia che, come ci racconta Elisabetta, è ora strumento utilizzato in sala per una danza sensuale e delicata che ci porta a scoprire nuovi modi di espressione corporea.

Carolyn è subito consapevole delle potenzialità del suo progetto e presto si attiva per diffonderlo il più possibile. Si accorge che ogni donna può avere un “intruso” a rovinarle la vita: può essere una malattia come nel suo caso ma anche la scarsa autostima, la mancanza di lavoro fino a situazioni di abusi e violenza  domestica. Attraverso questo programma si riguadagna fiducia in se stesse e la danza diventa strumento di difesa del proprio spazio personale e del proprio valore, si impara a dire no e a riconoscere e a usare la propria forza interiore.

Il tutto con il sorriso, come viene descritto nel sito,  “la curva più bella del corpo di una donna”.

 

E qui Elisabetta, con un sorriso, non aggiunge altro per non rovinare la sorpresa a chi deciderà di intraprendere questo cammino a passo di danza.

 

 

Per informazioni: 3476083323

Facebook: Jalila Elisabetta Ricci / Sensual dance fit – jalila -Torgiano

Instagram: @Jalilafusionshowacademy / @sensualdancefit_jalila

Sito: jalilaartistandfusionshowacademy.com

 

Il sito ufficiale della Sensual Dance Fit: https://sensualdancefit.it/

 

Francesca Verdesca Zain

Articoli correlati

Commenti