Davide di Donatello 2021 nel segno di Antonio Liguabue: l’elenco di tutti i premi assegnati

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

Il miglior film della 66^ edizione dei Davide di Donatello è Volevo nascondermi di Giorgio Diritti, a lui il Davide per la regia, sulla vita e l’umanità che ha segnato questo artista puro che, come è stato ricordato dal regista, firmava i suoi migliori inserendo una farfalla.

Densa di significato la dedicata agli ultimi, a coloro che si nascondono: “Ricordiamoci di Ligabue anche quando incontriamo un clochard che disegna una madonnina. Ricordiamoci del valore di ogni uomo e difendiamolo finché possiamo, in ogni modo”. Da qui a chi fugge e attraverso il mare della speranza, il passo è stato breve.

Tra le perle della notte dei Davide, la presenza di Sophia Loren, premiata a 86 anni come miglior attrice protagonista, e il ricordo davvero gradevole e delicato di Enrico Brignano per Gigi Proietti.

Grande attesa per noi umbri, l’entrata in scena di Monica Bellucci, Premio Speciale, che si è collegata da Sofia, dove sta girando il sequel de La Befana vien di notte: “Sono onorata di ottenere questo riconoscimento speciale per me che condivido con tutti i premiati e i candidati con la speranza che l’arte con tutte le sue forme trovi nuova vita. Dedico il premio alle mie bambine”.

A Sandra Milo è andato il Davide di Donatello alla carriera e l’attrice ha come sempre con auto ironia ma giusta rivendicazione per il proprio lavoro di tanti anni, commentato questo riconoscimento.

Emozionante l’intervento della figlia di Mattia Torre, l’autore di Boris e La linea verticale morto nel luglio del 2019, che ha ritirato il riconoscimento per la sceneggiatura originale di Figli. “Buonasera a tutti – ha detto Emma – voglio fare i complimenti a mio padre che è riuscito a vincere questo premio anche se non c’è più. Dedico questo premio al mio fratellino Nico che mi fa ammazzare dalle risate e a mia madre che non si arrende mai e ringrazio le ostetriche che fanno nascere i bambini e ai medici che cercano di tenerli qua. Bravo papà”.

Tornando ai premi, il miglior attore protagonista è Elio Germano per il suo straordinario Antonio Ligabue. “Voglio condividerlo con gli splendidi colleghi questo premio – ha detto Germano –  è quasi imbarazzante stare con loro qui e spero di esserlo ancora in futuro. Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato chi ho intervistato, chi mi ha insegnato a dipingere e scolpire, chi mi ha aiutato con l’accento, chi ha lavorato al trucco e parrucco. A tutti i lavoratori dello spettacolo, a tutti gli artisti, soprattutto a quelli dimenticati”.

Il premio per la miglior attrice non protagonista Matilda De Angelis per il suo ruolo in L’incredibile storia dell’Isola delle Rose.

Pietro Castellitto è il miglior regista esordiente con il suo film già premiato a Venezia I predatori.

A sorpresa, vista l’eco di ritorno degli Oscar che aveva accompagnato Laura Pausini, il David alla miglior canzone è andato a  Checco Zalone con la sua Immigrato.

Qui di seguito il riepilogo di tutti i premi assegnati e e le candidature per ogni singola categoria.  

Miglior Film

Vincitore: Volevo nascondermi

  • Favolacce
  • Hammamet
  • Le sorelle Macaluso
  • Miss Marx

Miglior Regia

Vincitore: Giorgio Diritti per Volevo nascondermi

  • Fabio e Damiano D’Innocenzo per Favolacce
  • Gianni Amelio per Hammamet
  • Emma Dante per Le sorelle Macaluso
  • Susanna Nicchiarelli per Miss Marx

Miglior regista esordiente

Vincitore: Pietro Castellitto per I predatori

  • Ginevra Elkann per Magari
  • Mauro Mancini per Non odiare
  • Alice Filippi per Sul più bello
  • Luca Medici per Tolo Tolo

Miglior Produttore

Vincitore: Marta Donzelli, Gregorio Paonessa, Joseph Rouschop e Valerie Bournoville per Miss Marx

  • Favolacce
  • I predatori
  • L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
  • Volevo Nascondermi

Miglior attrice protagonista

Vincitrici: Sophia Loren per La vita davanti a sé

  • Vittoria Puccini per 18 regali
  • Paola Cortellesi per Figli
  • Micaela Ramazzotti per Gli anni più belli
  • Alba Rohrwacher per Lacci

Miglior attore protagonista

Vincitore: Elio Germano per Volevo nascondermi

  • Kim Rossi Stuart per Cosa sarà
  • Valerio Mastandrea per Figli
  • Pierfrancesco Favino per Hammamet
  • Renato Pozzetto per Lei mi parla ancora

Miglior attore non protagonista

Vincitore: Fabrizio Bentivoglio per L’incredibile storia dell’isola delle Rose

  • Gabriel Montesi per Favolacce
  • Lino Musella per Favolacce
  • Giuseppe Cederna per Hammamet
  • Silvio Orlando per Lacc

Miglior attrice non protagonista

Vincitrice: Matilda De Angelis per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose

  • Benedetta Porcaroli per 18 regali
  • Barbara Chichiarelli per Favolacce
  • Claudia Gerini per Hammamet
  • Alba Rohrwacher per Magari

Migliore sceneggiatura originale

Vincitore: Mattia Torre per Figli

  • Francesco Bruni in collaborazione con Kim Rossi Stuart per Cosa sarà
  • Damiano e Fabio D’Innocenzo per Favolacce
  • Pietro Castellitto per I predatori
  • Giorgio Diritti, Tania Pedroni e Fredo Valla per Volevo nascondermi

Migliore sceneggiatura non originale

Vincitore: Marco Pettenello e Gianni Di Gregorio per Lontano Lontano

  • Salvatore Mereu per Assandira
  • Domenico Starnone, Francesco Piccolo e Daniele Luchetti per Lacci
  • Stefano Mordini, Francesca Marciano, Luca Infascelli per Lasciami andare
  • Pupi Avati e Tommaso Avati per Lei mi parla ancora

Migliore Fotografia

Vincitore: Matteo Cocco per Volevo nascondermi

  • Paolo Carnera per Favolacce
  • Luan Amelio Ujkaj per Hammamet
  • Gherardo Gossi per Le sorelle Macaluso
  • Crystel Fournier per Miss Marx
  • Michele D’Attanasio per Padrenorstro

Miglior compositore

Vincitore: Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo, Downtown Boys per Miss Marx

  • Nicola Piovani per Hammamet
  • Niccolò Contessa per I predatori
  • Michele Braga per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
  • Pivio & Aldo De Scalzi per Non odiare
  • Marco Biscarini e Daniele Furlati per Volevo nascondermi

Miglior canzone originale

Vincitrice: “Immigrato” – Tolo Tolo

  • “Gli anni più belli” – Gli anni più belli
  • “Io sì” – La vita davanti a sé
  • “Miles Away” – Non odiare
  • “Invisible” – Volevo nascondermi

Miglior scenografia

Vincitrici: Ludovica Ferrario, Alessandra Mura e Paola Zamagni per Volevo nascondermi

  • Favolacce
  • Hammamet
  • L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
  • Miss Marx

Miglior costumista

Vincitore: Massimo Cantini Parrini per Miss Marx

  • Hammamet
  • L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
  • Le sorelle Macaluso
  • Volevo nascondermi

Miglior truccatore

Vincitore: Luigi Ciminelli, Andrea Leanza, Federica Castelli per Hammamet

  • L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
  • Le sorelle Macaluso
  • Miss Marx
  • Volevo nascondermi

Miglior acconciatore

Vincitore: Aldo Signoretti per Volevo nascondermi

  • Favolacce
  • Hammamet
  • Le sorelle Macaluso
  • Miss Marx

Miglior montatore

Vincitrice: Esmeralda Calabria per Favolacce

  • Figli
  • Hammamet
  • L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
  • Volevo nascondermi

Miglior suono

Vincitore: Carlo Missidenti (Presa diretta)

Filippo Toso (microfonista)

Luca Leprotti (montaggio)

Marco Biscarini (creazione suoni)

Francesco Tumminello (mix) per Volevo nascondermi

Articoli correlati

Commenti