Terni Film Festival: trasferta in Vaticano con Liliana Cavani e Cristiana Capotondi

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

TERNI – Sarà il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II ad ospitare domani, lunedì 24 maggio alle 16, l’inaugurazione  di “Popoli e Religioni”, il festival del cinema fondato da Vincenzo Paglia nel 2005 e organizzato dall’Istituto di Studi Teologici e Storico Sociali di Terni con la collaborazione dell’associazione San Martino, il patrocinio del Pontificio Consiglio per la cultura e della Pontificia Accademia per la vita, e – da questa edizione – la partecipazione dall’Istituto Jp2, che dopo la fortunata serie di incontri online su cinema e famiglia, dal prossimo anno accademico ha attivato anche dei laboratori dedicati alle arti visive.

Due donne saranno protagoniste del pomeriggio romanoLiliana Cavani Cristiana Capotondi, che si confronteranno con due giganti della storia della Chiesa, separati da sette secoli ma uniti da un analogo carisma: Francesco d’Assisi e Chiara Lubich.

Liliana Cavani ha diretto tre film prodotti dalla Rai e dedicati a Francesco d’Assisi, che hanno segnato la storia del cinema italiano e anche quella degli studi francescani: il primo nel 1966 con Lou Castel, il secondo nel 1989 con Mickey Rourke e il terzo nel 2014 con Mateusz Kosiulkiewicz. Cristiana Capotondi ha interpretato la fondatrice del Movimento dei focolari nel film, trasmesso anch’esso dalla Rai – Chiara Lubich – L’amore vince tutto di Giacomo Campiotti, andato in onda il 3 gennaio 2021.

L’incontro, aperto al pubblico e trasmesso in streaming sui profili social dell’Istituto, vedrà anche la partecipazione dell’arcivescovo Vincenzo Paglia, Gran Cancelliere dell’Istituto Jp2 e dello storico francescanista Marco Bartoli, e la proiezione di due corti: Francesco al cinema, dedicato all’immagine che la settima arte ha dato del santo di Assisi, e Sulla poltrona del Papa, debutto alla regia di Cristiana Capotondi, dedicato al tema delle adozioni e ispirato alla vera storia di un bambino che durante un’udienza si sedette al posto di papa Francesco.

Il festival Popoli e Religioni proseguirà a Terni fino al 29 maggio con la proiezione dei film in concorso e ospiti come Alessandro D’Alatri, Federico Ielapi, Fabio Ferrari, Maria Grazia Cucinotta, Angelo Longoni, Francesco Salvi, Catherine McGilvray, David Riondino, Giulio Base, Eugenio Bennato, Luca Parmitano, Adelmo Togliani, Giorgia Surina  e David Zed, e si concluderà il 30 maggio a Vacone in Sabina con visite guidate al santuario di Vescovio e l’eremo di San Cataldo e altri eventi.

Alcuni focus saranno dedicati all’intelligenza artificiale e alla sua applicazione nella medicina, con la presentazione del robot in grado di diagnosticare il Covid dalla voce, alla crisi in medio oriente e alla guerra in Armenia (attraverso la testimonianza degli organizzatori del Fresco Film Festival) e alla figura di Franco Battiato, che ricevette l’Angelo alla carriera nel 2007.

La sedicesima edizione del festival Popoli e Religioni si è aperta nel mese di novembre con una sessione online che ha visto, tra l’altro, un incontro su cinema e disabilità con suor Veronica Donatello (responsabile della pastorale per i disabili della Cei e docente del Jp2), un confronto sul Libano organizzato in collaborazione con il Family International Monitor e la sezione di Beirut dell’Istituto Jp2 e uno sul rapporto tra la Chiesa e la guerra, che ha visto protagonisti Gilfredo Marengo, curatore del volume Per un sapere della pace la cui premessa è stata scritta da papa Francesco, e Jean-Marie Benjamin, ex funzionario Onu e inviato in Iraq di Giovanni Paolo II.

L’ingresso è gratuito su prenotazione all’indirizzo segreteria@istess.it

Articoli correlati

Commenti