Museo della pesca del Trasimeno: in mostra i reperti dei dragaggi che raccontano una storia millenaria

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

MAGIONE – Si inaugura domani, sabato 26 giugno, ore 18, a San Feliciano di Magione, Museo della Pesca e del lago Trasimeno, la mostra “Le acque tranquille. Vita e commerci sul Trasimeno orientale all’alba della storia” organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Magione. Diretta sulla pagina Fb Mep Radio Umbria e su Istagram stampamagion

L’esposizione è frutto dei lavori di catalogazione e ricerca effettuati dagli archeologi Daniele Cresta e Federico Torini in accordo con la Soprintendenza archeologica e delle belle arti e del paesaggio dell’Umbria su materiali e reperti archeologici inediti recuperati da decenni di dragaggi dei fondali lacustri.  

L’allestimento, curato dall’archeologa Serena Trippetti, ricostruisce ambienti, vita quotidiana, elementi religiosi, delle popolazioni che hanno abitato la parte orientale del lago nell’antichità rendendone fruibile il percorso a visitatori di tutte le età.

L’inaugurazione verrà fatta nel rispetto delle norme anti-Covid con prenotazione obbligatoria allo 0758479261 o mail magione@sistemamuseo.it.

Articoli correlati

Commenti