A San Ginesio inaugurato il primo paesaggio roccioso giapponese in Italia: il Karesansui

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

Per la nostra rubrica Dentro lo Stivale, visti i tanti umbri che solitamente d’estate frequentano i luoghi di vacanza marchigiani, segnaliamo San Ginesio, in provincia di Macerata, dove è stato inaugurato il 24 giugno scorso il Karesansui, il primo paesaggio roccioso giapponese in Italia.

Nella realizzazione del giardino tutti gli elementi sono stati a lungo studiati: dal “manto” di ghiaia in graniglia di granito bianco di Montorfano con puntini neri simbolo dello Yin e Yang fino agli imponenti monoliti in preziosa pietra Serpentino della dorsale Alpina dalle sfumature grigio-verde e dalle proprietà olistiche di armonia e pacificazione.

 

Realizzato da Wabisabiculture Centro di Arte Zen e Cultura Giapponese realtà unica in Europea si tratta di una struttura unica a livello italiano ed europeo, che coniuga la bio architettura rurale italiana marchigiana in pietra e mattoni con quella lignea giapponese, fatta di ampie travature e materiali naturali.

I fondatori di Wabisabiculture Ricky A. Swaczy e Serenella Giorgetti spiegano: “Il giardino ha tre livelli di lettura: il primo è il paesaggio roccioso giapponese meditativo, il secondo si riferisce al tantra di Kalachakra e al suo universo esoterico e infine il terzo rappresenta il mandala della sua mente. Anche la scelta dei materiali è frutto di lunghi studi e viaggi in Giappone. Abbiamo selezionato il granito di Montorfano, bianco e nero che rappresenta lo yin e lo yang. I monoliti scelti invece sono di serpentino, pietra esoterica che allontana le negatività, avvicina le energie positive e aiuta la concentrazione meditativa e la cura. Quindi l’esperienza di meditazione davanti al giardino significa entrare in una fase di meditazione, concentrazione e cura profonda del sé”.

*********

SAN GINESIO: C’E’ DA SAPERE
San Ginesio è un meraviglioso borgo medioevale a 690 mt. di altitudine di fronte alla catena dei Monti Sibillini, i “Monti Azzurri”  cari a Giacomo Leopardi. Si trova all’interno del Parco Nazionale del Monti Sibillini. Da quasi vent’anni a San Ginesio vengono riconosciuti prestigiosi marchi di qualità turistico ambientale come la “Bandiera Arancione” (dal 2002) certificata dal Touring Club Italiano ed è annoverato tra “I Borghi più Belli d’Italia”. Al Comune è stata anche assegnata la “Bandiera Gialla” dell’Associazione Campeggiatori Turistici d’Italia ed è un “Comune Amico del Turismo Itinerante”.

Articoli correlati

Commenti