Scuola e green pass: c’è bisogno di maggiore personale

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA – Green pass e tracciamento, incremento del personale docente e Ata, quali controlli e come gestire l’aumento della burocrazia, sono questi alcuni dei temi caldi che sono stati affrontati nei giorni scorsi nell’ambito della Conferenza di servizio, organizzata dal Ministero dell’Istruzione con tutti i dirigenti scolastici.

Per quanto riguarda il green pass, il Ministro Bianchi ha annunciato la predisposizione di una piattaforma dedicata, proprio per agevolare i controlli e salvaguardare la privacy. Ma è ancora tutto da verificare.

Intanto, anche dall’Umbria arriva la richiesta di un numero maggiore di personale, sia docente, sia Ata, come ci spiega il dirigente Silvio Improta, responsabile provinciale dell’associazione nazionale presidi: “Il 13 settembre si comincerà senza dubbio in presenza e, in questo, la vaccinazione è di aiuto; resterà l’obbligo della mascherina e del distanziamento.

Servirà più personale, sia per gestire la parte burocratica e quella dei controlli, sia per eventuali sdoppiamenti di classe, in quegli istituti con numeri elevati di studenti, sempre che sia possibile l’aumento del personale”. Quanto al personale non vaccinato, “al momento – riferisce il dirigente Improta – non sono a conoscenza di molti casi. Verificheremo nei prossimi giorni”.

Naighi

 

Articoli correlati

Commenti