Castiglione del Lago: Rossini, Mozart e Verdi con il soprano Myungjae Kho

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

CASTIGLIONE DEL LAGO  – Lunedì 6 settembre torna la grande lirica al Festival di Musica Classica con un concerto da non perdere, molto atteso dal pubblico castiglionese. Il soprano Myungjae Kho, coreana di nascita ma di cittadinanza italiana da quasi vent’anni, e la pianista Linda Di Carlo porteranno nella Sala del Teatro di Palazzo della Corgna le immortali melodie di Gioachino Rossini, della francese Louise Farrenc, del genio salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart e di uno dei più grandi autori operistici di sempre: Giuseppe Verdi.
Il concerto si aprirà con la “Serata Musicale”, un omaggio a Gioachino Rossini (1792-1868) con otto brani del grande pesarese: “La Promessa” (canzonetta); “Il Rimprovero” (canzonetta); “La Partenza” (canzonetta); “L’Orgia” (arietta); “L’Invito” (bolero); “La Pastorella delle Alpi” (tirolese); “La Gita in gondola” (barcarola); “La Danza” (tarantella napoletana).
Di Louise Farrenc (1804-1875) “Air Russe Varie pour le Piano-Forte” op.17; di Wolfgang Amadeus Mozart dal magnifico “Die Zauberflöte” (Il Flauto Magico) “Ach, ich fühl’s, es ist verschwunden”. Seguirà “Caro nome” dal “Rigoletto” di Giuseppe Verdi e, per finire ancora Rossini la celeberrima “Una voce poco fa” dal “Barbiere di Siviglia”.
Nata a Seoul in Corea del Sud Myungjae Kho è da anni diventata italiana. Studia canto all’Università “Chong Shin” di Seoul con il maestro Sanghoon Yoo dove si laurea con ottimi voti. Dal 1995 al 1997 ha lavorato nel coro Nazionale Coreano ricoprendo anche il ruolo di solista. Decide di dedicarsi al canto trasferendosi in Italia dove si diploma in “Canto” con Francesca Como con il massimo dei voti e nel 2009 si laurea (biennio specialistico) in “Musica da Camera” con Costantino Mastroprimiano con 110 e lode al Conservatorio di Musica di Perugia. Tra i corsi di perfezionamento è da citare la masterclass “Musica da Camera con Fortepiano” di Costantino Mastroprimiano e il seminario di “Interpretazione liederistica” dell’Accademia Chigiana di Siena con Christoph Pregardien. Si è perfezionata, inoltre, con Carmen Gonzales e dal 2007 al 2012 ha approfondito il repertorio Liederistico (Schumann, Brahms, Tosti, Wolf, “mélodie France” da Duparc a Poulenc) con il maestro Guido Salvetti e la cantante Stelia Doz, si dedica e perfeziona la tecnica vocale con il maestro Antonino Tagliareni.
In ambito operistico è Despina nel “Così fan tutte”, la Regina della Notte nel “Flauto Magico” di W. A. Mozart e Belinda in “Didone ed Enea” di Henry Purcell ricevendo entusiastici apprezzamenti di critica e di pubblico.
In ambito concertistico esegue vari repertori di musica operistica, sacra, barocca e liederistica stabilendo una constante collaborazione con festival nazionali e internazionali. Vince il concorso internazionale “Associazione Spazio Musica di Orvieto” nel 2001 e la World Competition Guido Monaco nel 2002. Registra “Messiah” di Handel,”Magnificat” di A.Vivaldi, “I canti dell’ultimo Schumann” di Schumann , “Lieder di Brahms” e “Melodie e chanson da Duparc a Poulenc”,“Alban Berg Complete Songs “ per la Brillant Classic. È stata docente nel 2011 di una Masterclass con la prof. Stelia Doz presso l’università “Chong Shin” di Seoul, attualmente è docente presso la Scuola di Musica del Trasimeno e il liceo Musicale ‘Italo Calvino’ di Città della Pieve per la classe di canto lirico.
Linda Di Carlo, pianista e clavicembalista, ha al suo attivo un’intensa attività concertistica che l’ha portata ad esibirsi per importanti festival e società concertistiche in Italia e all’estero (Brasile, Spagna, Tunisia, Turchia, Kosovo, Cechia, Germania, Giappone).  Con il Quintetto Bottesini, che ha fondato nel 2005, svolge un’intensa attività concertistica (Italia, Polonia, Giordania, Ecuador, USA, Brasile, Venezuela, Turchia, Francia, Paesi Bassi) e ha partecipato in diretta radiofonica nazionale a “I concerti del Quirinale di Radio Tre”, “La Stanza della Musica”, “La Festa della Musica 2014”. La sua spiccata inclinazione per la musica da camera l’ha portata a esibirsi con musicisti di fama internazionale quali Richard Stoltzman, Alessandro Carbonare, Corrado Giuffredi, Ciro Scarponi, I Fiati di Santa Cecilia, I Fiati del Teatro dell’Opera di Roma, Mariana Sirbu, Daniele Orlando, Danilo Rossi, il Quartetto di Cremona, il Quartetto Bernini, il Quartetto Fonè, Quartetto Savinio, Gemma Bertagnolli e Marina Comparato.
Recentemente si sta dedicando all’incisione integrale della musica da camera con pianoforte di Louise Farrenc (1805-1875) per Brilliant Classics: nel 2014 è uscito il cd con l’opera per archi e pf. con il Quintetto Bottesini e nel 2017 quello per fiati e pf. con i Fiati del Teatro dell’Opera di Roma. Nel 2021 uscirà quello per violino e pianoforte. Con Daniele Orlando, spalla dei Solisti Aquilani. Con il QB ha realizzato due registrazioni esclusive per la rivista Amadeus, Die Forelle di Schubert e il quintetto di Goetz nel 2010 e la prima registrazione dei sestetti per archi e pianoforte di Ferdinando Giorgetti (1796-1867) nel centocinquantenario della morte (2017). È clavicembalista dell’Orchestra da Camera di Perugia e docente di Accompagnamento Pianistico presso il Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia.
Tutti i concerti del Festival di Musica Classica iniziano alle 21:15. L’ingresso è riservato ai possessori di “green pass” accompagnato da un documento d’identità. Info prevendita e prenotazione (molto consigliata) allo 075 951099 oppure al 338 8669714. La Sala del Teatro di Palazzo della Corgna, per ottemperare alle normative vigenti, avrà una capienza massima di 40 posti: il biglietto costa 5 euro.

Articoli correlati

Commenti