La Piccola Amal arriva a Spoleto il 14 settembre: campagna di sensibilizzazione per i diritti dei bambini rifugiati

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

SPOLETO  – L’iniziativa si chiama “The Walk-Il Cammino” ed è il più grande Festival itinerante mai realizzato in favore dei diritti dei bambini rifugiati. Tra le tappe c’è anche Spoleto, il 14 settembre.

Vediamo di cosa si tratta. Simbolo di questa grande campagna di sensibilizzazione è la Piccola Amal, il cui nome in arabo significa Speranza, che è alla ricerca di sua madre. La Piccola Amal è una marionetta alta 3,5 metri che rappresenta una bambina siriana rifugiata di 9 anni, creata dalla Handspring Puppet Company. Partita dal confine tra Siria e Turchia, durante i 4 mesi di cammino attraverserà Paesi e città, come appunto nel caso di Spoleto, per arrivare come ultima tappa nel Regno Unito. E’ in Italia dal 9 settembre scorso e ci resterà fino al 19 attraversando 13 città e piccoli centri. Tutti gli eventi sono gratuiti e sono stati progettati in collaborazione con i partner locali che hanno aderito al progetto.

L’incontro di Spoleto (in questa foto i preparativi) si intitola “Birds and Choir” – “Gli uccelli e il coro”. Amal verrà infatti circondata da uno stormo di uccelli e da un gruppo di persone – artisti, cittadini italiani e stranieri – che organizzano un picnic. Alcuni sono rifugiati come lei, canteranno canzoni e balleranno danze tradizionali delle loro terre, a cui la Piccola Amal è invitata a partecipare. Nutrita, rinnovata e fortificata dalla consapevolezza che conserverà sempre un pezzo del suo passato dentro di sé, la Piccola Amal riprenderà il suo viaggio, seguendo il coro degli uccelli che la invitano ad incamminarsi verso Assisi.

Per chi volesse partecipare a questa iniziativa, l’appuntamento è a La MaMa Umbria International (Loc. S. Maria Reggiana – Spoleto) per le 12,30 /13e deve portare uno spuntino per un pic nic in campagna.  Tutto inizierà  alle 13,30 e finirà alle 14,30.

La tappa di Spoleto è a cura di La MaMa Umbria International, The Trojan Woman Project, Il Sistema Accoglienza Integrazioni, la Coop. Il Cerchio, La MaMa ETC di NY e con il patrocinio e la collaborazione  del Comune di Spoleto.

******************

L’INIZIATIVA

  • Prodotto dal regista tre volte candidato al premio Oscar Stephen Daldry, da Tracey Seaward, produttrice di The Constant Gardener e The Two Popes di Meirelles e War Horse di Spielberg, dal pluripremiato regista teatrale e drammaturgo David Lan e da Good Chance, in associazione con la Handspring Puppet Company, creatori delle marionette di War Horse, con la direzione artistica di Amir Nizar Zuabi, The Walk è il viaggio di 8000 km che la Piccola Amal, una marionetta gigante, compirà da luglio a novembre, dal confine Siria e Turchia, fino a Manchester.
  • Oltre 250 partner, artisti coinvolti negli eventi lungo il percorso tra Gaziantep e Manchester.
  • Tra i partner di The Walk: il Manchester International Festival, il National Theatre, l’Institut du Monde Arabe, La Criée Théâtre National de Marseille, La Monnaie, Ruhrfestspiele Recklinghausen, l’UNHCR, Emergency e il Teatro di Roma, il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, il Piccolo Teatro di Milano, il Teatro Pubblico Pugliese, il Teatro Trianon Viviani, il Teatro Sanità, Assitej, il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze e tantissimi altri partner.
  • Ambasciatori, tra gli altri, le attrici Gillian Anderson e Noma Dumezweni, la regista e drammaturga V, l’attore Jude Law, lo scultore Anish Kapoor ed in Italia Elena Sofia Ricci, Marco Baliani, Luigi De

Come sottolineano Roberto Roberto e Ludovica Tinghi, produttori italiani di The Walk: “Nulla più dell’arte riesce a smaterializzare i confini e a suscitare empatia. La Piccola Amal è una bimba di 9 anni, è senza madre ed è in fuga da una guerra: la sua fragilità è evidente, la sua carica vitale, inestimabile. Amal rappresenta milioni di bambine e bambine rifugiati del mondo: come non accogliere a braccia aperte tutte le Amal del Mondo?”

La Piccola Amal rappresenta 34 milioni di bambini rifugiati e sfollati, molti dei quali separati dalle loro famiglie. Il suo messaggio al mondo è “Non dimenticatevi di noi”.

La squadra che anima la Piccola Amal è composta da dieci marionettisti, due dei quali hanno un passato da rifugiati e, a loro volta, hanno compiuto il percorso dalla Siria al Regno Unito. La marionetta è realizzata in canna modellata e fibra di carbonio.

IL CAMMINO DI AMAL

Il viaggio della Piccola Amal iniziato il 27 luglio a Gaziantep, al confine tra Siria e Turchia, è proseguito per  altre 13 città prima di raggiungere la Grecia, dove ad Atene, per paura di perdere la strada, la Piccola Amal lega ad un lampione un filo rosso che, srotolandosi, segna il suo percorso attraverso la città, fino a incontrare una marionetta Minotauro creata da UNIMA-HELLAS. Dalla Grecia sarà la volta dell’Italia, in cui la Piccola Amal arriverà il 7 settembre. Il cammino prosegue attraverso la Francia, il Belgio, la Germania e per terminare in Inghilterra. L’arrivo della Piccola Amal a Manchester segna la fine del suo lungo viaggio il 3 novembre 2021.

Al cammino della Piccola Amal partecipano artisti celebri, importanti istituzioni culturali, gruppi comunitari e organizzazioni umanitarie, oltre a comuni, organizzazioni civiche e religiose e reti educative. Per un elenco completo dei partner https://www.walkwithamal.org/it/amici/

Il programma completo è disponibile sul sito web di The Walk:

https://www.walkwithamal.org/it/eventi/

Ulteriori materiali, immagini e video sono disponibili al seguente link:

https://www.dropbox.com/sh/ki1iezehee3qzlo/AACcY_yUnHKO4eoSgzhlHuh1a?dl=0

@walkwithamal

#TheWalk

#LittleAmal

#WelcomeLittleAmal

Articoli correlati

Commenti