L’ottima ripresa del turismo: aumentano arrivi e presenze in tutta la regione

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA – Il cuore verde d’Italia si conferma meta ambita da turisti italiani e stranieri anche in tempo di pandemia e, sulla base dei primi dati forniti dalla Regione dell’Umbria, sui flussi turistici, il bilancio sembra essere buono.

Al 10 agosto 2021, lo scorso mese di luglio erano registrati 250.854 arrivi e 728.517 presenze, con una variazione percentuale del +38 per cento negli arrivi e +41.7 per cento nelle presenze, rispetto allo stesso periodo 2020, ma del -4.1 per cento negli arrivi e -13.3 per cento nelle presenze rispetto al 2019.

Rispetto a luglio 2019 si evidenzia un sostenuto incremento di turisti italiani (+23.5 per cento arrivi, +15.9 per cento presenze), che riguarda tutte le tipologie ricettive e che, in alcune aree, mostra variazioni totali positive sia negli arrivi, sia nelle presenze: Spoletino (+23.4 per cento negli arrivi, +11.9 nelle presenze), Ternano (+19.1 e +1.6), Valnerina (+12.9 e +4.0); mentre in altre si registrano incrementi solo negli arrivi (Trasimeno, Alta Valle Tevere, Amerino).

Una conferma del trend positivo nel settore del turismo locale arriva anche dagli albergatori umbri che si dicono soddisfatti, come Claudio Mencaroni, titolare dell’Hotel Fortuna, a Perugia, secondo cui “c’è stata un’ottima ripresa”: “Abbiamo accolto clienti vecchi, altri nuovi – afferma Mencaroni – di diverse tipologie, dalle famiglie alle coppie, e di diverse età. C’è stata una grande saturazione della domanda in quest’ultimo periodo e speriamo che possa proseguire anche nel corso di questo mese di settembre e nel prossimo di ottobre”.

Naighi

Articoli correlati

Commenti