Marco Bocci e il suo “Zingaro” a tutto … gas sul palco del Teatro Concordia di Marsciano

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

MARSCIANO – Dopo quasi 15 anni Marco Bocci è tornato a calcare il palco del Teatro Concordia di Marsciano, quello del suo paese natale e dove ancora risiede insieme alla moglie Laura Chiatti e ai loro due figli. Lo ha fatto con un doppio spettacolo del suo ultimo lavoro “Lo Zingaro”, un monologo emotivo e appassionante della durata di circa un’ora scritto da Marco Bonini, Gianni Corsi e Marco Bocci, in cui l’artista umbro racconta la storia esemplare di un pilota di auto sconosciuto il cui destino è però indissolubilmente legato al mito della Formula 1 Ayrton Senna.

Tutto esaurito al Teatro Concordia per le due repliche in programma domenica 26 settembre alle ore 17,30 e 21. Lunghi applausi per Marco che, oltre a sottolineare la sua bravura, hanno fatto sentire all’attore tutto il calore e l’affetto della sua città. L’evento è stato realizzato grazie alla collaborazione tra il Teatro Stabile dell’Umbria, l’Associazione Teatro del Vino ed il Comune di Marsciano.

Al termine delle rappresentazioni Marco Bocci ha dichiarato: “Sono molto contento di chiudere questa stagione estiva de ‘Lo Zingaro’ nel teatro dove ho incominciato a muovere i primi passi. Per me risalire su questo palco è stato importante. Con lo spettacolo ‘Lo Zingaro’ sarò presente anche nella stagione invernale in altri teatri”.

 “Noi del Teatro del Vino – ha dichiarato il presidente Michele Capoccia – siamo felici e fieri di avere contribuito all’allestimento di questo spettacolo teatrale in un luogo dove non se ne facevano più dal febbraio 2020. E’ stata una ripartenza vera e propria. Tutto questo ha richiesto la necessità del coinvolgimento di due soggetti. Il primo è stato del’attore Marco Bocci, un caro amico oltre ad essere un professionista, che ha voluto fare un regalo alla cittadinanza e che ha reso possibile la realizzazione dello spettacolo. Il secondo soggetto da ringraziare sono gli sponsor: MDlab, Studio di ingegneria Servoli, Fail Serramenti Group, Tiemme Elettronica e Centro Umbro Vernici Ferramenta. Solo grazie a tutti loro, soprattutto alla generosità di Marco, è stato possibile mettere in scena ‘Lo Zingaro’ a Marsciano. Colgo l’occasione per ringraziare anche il pubblico presente, il produttore teatrale Stefano Francioni e i gestori del Teatro Concordia. Siamo felici anche del fatto che è partita una collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria, per noi motivo d’orgoglio, e siamo al settimo cielo del successo che abbiamo avuto – conclude Capoccia – perché è stato un bel segnale di ripartenza, siamo carichi per il prossimo appuntamento”.

Articoli correlati

Commenti