Stasera i “Leoni” di Pietro Parolin, omaggio alla commedia all’italiana con Piera Degli Esposti e Neri Marcorè

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Per la nostra rubrica Da vedere in tv, segnaliamo stasera 27 settembre alle ore 22,05 su Rai 5 il film “Leoni” (2015). La regia è di Pietro Parolin e omaggia la grande commedia all’italiana senza limitarsi ad imitarla. Nel cast Piera Degli Esposti, Neri Marcorè, Anna DaltonPierpaolo SpollonPaolo BessegatoStefano PesceAntonio Pennarella e Cristina D’Alberto.
Il Paese è allo sbando. La crisi economica italiana è un fatto ormai accetto. E anche il Veneto fatica a raccapezzarsi. Gualtiero Cecchin è il prototipo del figlio di papà, per lui i soldi non sono mai stati un problema, ma adesso che il patrimonio è perduto, che il denaro è finito come farà a tornare ai fasti di un tempo? Per risolvere la questione Gualtiero decide di agire nel minor tempo possibile e senza porsi troppi problemi. Ci vogliono un’idea geniale, una buona dose di incoscienza e metodi non troppo convenzionali. Il suo rivale sarà ancora una volta suo cognato Alessio, sovrintendente di polizia, uomo che tiene molto alla propria “virilità”. Mentre la sorella di Gualtiero, Elisa, professoressa di matematica, donna che vive in un universo parallelo, cresciuta com’è in una campana di vetro. Lei ben presto viene ingiustamente coinvolta in uno scandalo a scuola. Oltre al cognato e alla sorella un’importante presenza nella vita di Gualtiero è sua madre, Mara, che ha paura di morire. E per non morire vive come fosse morta. Tutte le sue aspettative di vita sono miseramente naufragate: il marito morto, il patrimonio perduto, i figli in crisi. L’unica cosa che può fare è cercare come può di risolvere i problemi della sua famiglia. Alla vecchia maniera…
Una commedia brillante, l’esordio alla regia del trentasettenne Pietro Parolin è un film che indaga l’attuale situazione del Veneto e dei suoi abitanti e, più precisamente, un certo tipo di “italianità”, e lo fa attraverso una buone dose di satira, pungente e intelligente e senza prese di posizioni contro facili stereotipi, ma restituendo la psicologia di personaggi ben tratteggiati. Parolin scrive nelle note di regia “Mescoliamo assieme una riflessione tragicomica sulla crisi, una frustata alle insicurezze umane e qualche tocco iperbolico per andare a far squillare un campanello, o almeno provarci, che tace da tanto tempo: quello della satira, pura, a tratti esagerata, mai volgare”. Per realizzare la sua opera prima Parolin ha reclutato un ottimo gruppo di attori che include Neri Marcorè, nel 2015 in sala anche con “Sei mai stata sulla luna?” e “Latin Lover” e Piera Degli Esposti, vista di recente in tv nella fiction “Una grande famiglia” e in sala nel 2013 con “Benvenuto Presidente!”. Il film segna anche il ritorno sul grande schermo di Stefano Pesce, in questi ultimi anni impegnato a teatro e in produzioni televisive come “Il tredicesimo apostolo” e “Distretto di polizia”.

Articoli correlati

Commenti